Juventus, Bonucci è blindato: rinnova fino al 2021

Insieme fino al 2021. Questo il destino congiunto della Juventus e Leonardo Bonucci. E ora il difensore bianconero si toglie dal mercato: bianconero a vita.

Leonardo Bonucci

278 condivisioni 0 commenti

di

Share

Passa tutto dalla difesa. Perché la Juventus non ama essere attaccata: in campo e sul mercato. Ma quando i risultati arrivano, fidelizzare i propri giocatori diventa l'operazione più naturale del mondo. E così è stato anche per Leonardo Bonucci. Che oggi ha rinnovato il suo contratto con i bianconeri fino al 2021. Un sodalizio infinito, puro amore. Ribadito ancora dopo il prolungamento della scorsa estate. Con buona pace di chi lo corteggiava, come il Manchester City: incessante nelle sue avances durante l'ultima finestra di mercato.

Un vero top player. Bonucci ora triplicherà il suo ingaggio. Arriverà a percepire cifre da attaccante con uno stipendio da oltre 4 milioni a stagione. E così, dopo i freschi  rinnovi di Rugani e Sturaro, Allegri blinda a doppia mandata un altro dei suoi eroi.

Ambizione

L'inizio di un nuovo ciclo. Già riaperto nel 2015, quando Leonardo aveva annunciato il prolungamento fino al 2020 del contratto che lo legava alla Juventus. Un cerchio dal diametro sempre più grande, in un momento di gloria per la capolista della Serie A.  Perché la Juve è prima in campionato, si accinge a disputare una nuova Supercoppa a Doha e poi, dopo Natale, a preparare un ottavo di finale di Champions League, cui ha fatto accesso da prima della classe. E non è un caso, dunque, che uno dei protagonisti assoluti di questa squadra scelga di aggiungere ancora un anno alla sua esperienza bianconera, allungando il contratto fino al 2021.

Un legame indissolubile, iniziato nel 2010 a soli 23 anni, quando Bonucci non era ancora un Ministro della Difesa bianconera. Ma ora i numeri parlano per lui: Bonucci è il giocatore di movimento ad aver vinto più partite (185) in tutte le competizioni con la Juventus a partire dalla stagione 2010/11Per un totale di 291 presenze, ora tendenti all'infinito.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.