Premier League, Ibrahimovic e le scuse di Redknapp: "Ricorda Cantona"

Redknapp fa mea culpa: "Pensavo che accettando il Manchester United avesse fatto il passo più lungo della gamba". Ibra scherza: "Sono come il buon vino. Più invecchio...".

Non tutti erano convinti che Ibrahimovic fosse adatto a Manchester United. Redknapp chiede scusa

445 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una scommessa stravinta. Zlatan Ibrahimovic sta trascinando il Manchester United, alla terza vittoria di fila in Premier League, fuori dalla crisi. A suon di gol, a suon di spallate, con la sua forza fisica. E Jamie Redknapp, sul Daily Mail, fa mea culpa:

Inizialmente, quando Ibra è arrivato al Manchester United ho pensato che stesse facendo il passo più lungo della gamba. Avrebbe potuto restare a Parigi e avevo qualche dubbio su come, fisicamente, si sarebbe integrato in Premier.

In realtà sta facendo benissimo, tenendo a galla i Red Devils.

Sembra si sia ibernato, non dimostra 35 anni. Non c'è da meravigliarsi se José Mourinho lo ha chiamato 'Superman'. Potete immaginare che cosa avrebbe fatto se fosse stato qui 10 anni fa?

Ragioniamoci un attimo: nel 2006-07, dopo l’esperienza alla Juve, forgiato da Capello, Zlatan se ne va allo United. Lì in squadra trova un Rooney al top, Larsson, Giggs e…Cristiano Ronaldo. Non sarebbe stato un brutto attacco.

Paragone

Redknapp però continua nel suo giudizio su Ibra:

Si diceva che Zlatan era un un bad boy, ma lui è assolutamente un professionista. È l’allenatore di se stesso, si prende veramente cura del suo fisico. Mi ricorda Eric Cantona, che cambiò la mentalità dei giocatori più giovani convincendoli di quanto fosse importante prendersi cura di se stessi. Zlatan non è solo un tappabuchi: i giovani attaccanti dello United come Anthony Martial e Marcus Rashford impareranno molto da lui, specialmente ora che ha rinnovato per un altro anno.

Vota anche tu!

A 35 anni, quante stagioni a grandi livello farà ancora Ibra?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

E anche se qualcuno storce il naso a pensare che Ibrahimovic possa restare su questi livelli ancora a lungo, Zlatan, all’uscita dallo stadio dopo la partita col WBA, si è detto convinto che col tempo non può che migliorare

Sono come il vino rosso che più invecchia e più è buono.

Il segreto di Ibra però è risaputo. Cintura nera di taekwondo, ascolta musica reggae per calmarsi e trovare energie nuove per allenarsi e ottenere sempre il meglio dal proprio fisico. Tenerlo a Manchester per un anno ancora sarà una scommessa stravinta.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.