Bayern Monaco-Lipsia, chi al comando in Bundesliga? I gufi sono divisi

Mercoledì il Bayern di Ancelotti ospita il Lipsia nello scontro diretto. Il Paese è diviso in due: si sfidano le due squadre più odiate della Bundesliga, chi gufare?

Bayern Monaco-Lipsia è la sfida per la vetta della Bundesliga. I gufi non sanno cosa sperare

111 condivisioni 0 commenti

di

Share

Forse è perfino più atteso del Natale. Con l’unica differenza che a rallegrarsi saranno in pochi. Milioni di persone, invece, indipendentemente da come finirà saranno infastidite. La sfida di Bundesliga fra il Bayern Monaco e il Lipsia (diretta mercoledì 21 dicembre alle ore 20 su Fox Sports) è così. Le due squadre più odiate della Germania una contro l’altra, per conquistare la vetta della classifica in solitaria. Per gli avversari non ci può essere nulla di peggio.

Il fatto

Il Bayern è la squadra che da sempre vince più di tutti: 26 volte ha vinto il campionato, 18 volte la coppa nazionale, 5 volte la Coppa Campioni. Nessuno in Germania ha mai fatto meglio. E chi vince troppo, si sa, non è simpatico. Per questo il club bavarese è da sempre considerato quello con il maggior numero di tifosi a proprio favore, ma anche quello con il più alto tasso di gufi.

Vota anche tu!

Lipsia o Bayern, per chi tifate?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Improvvisamente è saltato fuori il Lipsia. Società senza storia, nata per sponsorizzare la Red Bull e controllata da una proprietà straniera (austriaca). Grazie ai soldi della multinazionale il Lipsia è arrivata in testa alla classifica della Bundesliga. La squadra non è mai stata simpatica, ora che vince lo è inevitabilmente ancora meno.

La Bild ha colto la palla al balzo e ha chiesto ai propri lettori per chi tiferanno mercoledì nello scontro diretto. Su quasi 120mila voti, il 56% dice di tifare Bayern, il 46% vorrebbe vincesse il Lipsia (o meglio, che perdessero i bavaresi). La domanda però della Bild era di fatto: “Chi volete buttare dalla torre”. E fra le due squadre più odiate non era facile decidere. Non a caso il Paese è diviso. Mancano però solo poche ore e poi sapremo chi cadrà dalla torre. La partita di mercoledì in Germania è attesa più del Natale. Ma, comunque vada, nessuno sarà felice.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.