Liga, Barcellona-Espanyol 4-1: Messi non è umano, derby ai blaugrana

Il Barça batte l'Espanyol nel derby grazie a una prova da marziano di Messi e chiude il 2016 a -3 dal Real Madrid. Doppietta di Suarez e gol di Jordi Alba, la Pulce cala il poker.

4k condivisioni 1 commento

di

Share

Ultima partita del 2016 in Liga anche per Barcellona ed Espanyol, che chiudono il proprio anno solare con un derby. La squadra di Luis Enrique, dopo la trasferta infrasettimanale in Qatar per giocare un'amichevole contro l'Al Ahli, doveva assolutamente trovare tre punti per mettere pressione ai neo campioni del mondo del Real Madrid e sorpassare il Siviglia, vittorioso contro il Malaga. Obiettivo centrato per i blaugrana, che con una doppietta di Suarez, la rete di Jordi Alba e quella nel finale di Messi (autore di una prestazione aliena) conquistano una vittoria molto importante per classifica e morale. Non basta a riaprire la gara sul 3-0 un bel gol dell'ex napoletano David Lopez. 

La cronaca della partita

Fin da subito è padrona della gara, la squadra di Luis Enrique, decisa a sbloccare il prima possibile un derby che si prospetta insidioso e pieno di ostacoli. La prima grande occasione per i blaugrana capita sui piedi di Messi, che non riesce a trovare la porta con il destro al termine di un contropiede innescato da Iniesta e gestito dalla MSN. L'episodio che sblocca il match arriva al 18'. Iniesta con un lancio lungo illuminante trova Suarez, che con un controllo perfetto si porta il pallone avanti e con un diagonale preciso batte Diego Lopez portando avanti il Barça. Nessuna reazione da parte degli ospiti, che continuano a rimanere dietro la linea del pallone e rischiano ancora al 28' con un diagonale di Messi fuori di poco. La prima chance per la squadra di Quique Sanchez Flores è un tiro potente ma alto di Javi Lopez, controllato senza problemi da ter Stegen. 

La ripresa

Subito Barça anche nella ripresa, ancora con il Pistolero Suarez. Solo davanti a Diego Lopez, su assist di Messi, l'uruguaiano si fa ipnotizzare dall'ex portiere del Milan. Nel contrasto con l'uruguaiano lo spagnolo rimedia un brutto taglio al ginocchio che lo costringe alla sostituzione. Al suo posto dentro Roberto, alla sua terza apparizione in questa Liga. Espanyol che prende coraggio con il passare dei minuti ma non riesce però a costruire grandi pericoli dalle parti di ter Stegen. Al minuto 67 ci pensa ancora Suarez a chiudere il match, ma nell'azione i protagonisti indiscussi sono Iniesta e Messi. Il capitano dribbla due uomini, poi serve la Pulce che esagera. Ne salta addirittura quattro in un fazzoletto di campo e calcia centralmente, il portiere dell'Espanyol non trattiene e il tap-in del Conejo è semplicissimo. Non è finita qui, subito dopo ancora Messi fa ancora il fenomeno saltando quattro uomini sulla sinistra e premiando l'inserimento di Jordi Alba. Lo spagnolo col mancino batte Roberto ed è 3-1. Il Camp Nou si alza in piedi per applaudire Lionel Messi. A 10' dalla fine gli ospiti provano a riaprire il match con un bel gol dell'ex Napoli David Lopez, bravo a superare ter Stegen con una bella parabola mancina. La firma di Leo Messi, al termine di una partita mostruosa, arriva al 90' dopo uno scambio superbo con Suarez in campo aperto, chiuso con un tocco morbido sotto le gambe di Roberto. Uno spettacolo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.