Liga, Siviglia-Malaga 4-1: la banda Sampaoli continua a volare

La squadra di Sampaoli strapazza il Malaga al Sánchez Pizjuán: andalusi che salgono al secondo posto in classifica, in attesa del match del Barcellona di domani.

382 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una partita che dura un tempo. Al Siviglia basta un tempo per sbarazzarsi del Malaga. A voler essere precisi, anche solo 10 minuti: dal 25' al 35' in cui i ragazzi di Sampaoli hanno dato spettacolo, complice anche la pessima fase difensiva degli ospiti. In evidenza Luciano Vietto, autore di due gol e un assist. Al Sánchez Pizjuán è monologo sevellista: gli andalusi salgono momentaneamente al secondo posto nella Liga, aspettando il Barcellona.

Primo tempo

Leggendo il risultato potrebbe sembrare anacronistico, ma nei primi 20 minuti il Siviglia risulta impreciso sotto porta. Padrone del campo dal primo all'ultimo minuto, in apertura però gli attaccanti di casa peccano di precisione. Sono solo le prove generali. Perché quando si sblocca, la squadra di Sampaoli non si ferma davanti a niente e nessuno. Soprattutto con Vietto, che apre le danze al 25'. Neanche tre minuti ed ecco il raddoppio: la firma è ancora di 'Lucky Luciano', al sesto gol stagionale.

I gol del Siviglia arrivano con il copia incolla. Sventagliata sulla destra prima per Mercado, poi per Vietto, all'appuntamento ci sono sia Ben Yedder che Vitolo. Terza e quarta perla della serata: in 10 minuti la banda Sampaoli ha aperto e chiuso il match, strapazzando il Malaga. Andato al tappeto senza aver il tempo di capire cosa l'avesse colpito.

Secondo tempo

A ravvivare una partita praticamente finita, ci pensa Rami. Distrazione della difesa del Siviglia, il francese affonda il tackle su Juan Carlos che gli sposta il pallone all'ultimo secondo. L'arbitro fischia il fallo, ma l'ex Milan non ci sta: prima sbraita per l'ammonizione, poi va faccia a faccia col direttore di gara, che raddoppia la sanzione. Il cartellino da giallo diventa rosso.

Lo specialista Sandro Ramirez trasforma in oro la punizione guadagnata dal compagno di squadra (uscito per infortunio, ndr.): pallone che supera la barriera e si infila nel sacco con Sergio Rico immobile. Non si può parlare di partita riaperta, ma almeno regala una ragion d'essere alla seconda frazione.

Aumentano i rimpianti per Jorge Sampaoli e i suoi ragazzi che, senza quel passo falso contro il Granada ultimo in classifica, ora guarderebbero il Real Madrid molto da vicino, senza dover pensare ai risultati del Barcellona. Dopo sei risultati utili consecutivi, invece, il Malaga ritrova il sapore amaro della sconfitta. Juande Ramos medita: impensabile subire 4 gol in un tempo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.