Ranieri: "Imitiamo Van Gogh, dipinse i quadri migliori nelle difficoltà"

Fuori casa le Volpi hanno raccolto un punto in 8 match. Ranieri vuole la svolta a Stoke-on-Trent e indica a modello Van Gogh: "Dipinse il meglio nei momenti più duri".

Ranieri

113 condivisioni 0 commenti

di

Share

Claudio Ranieri invoca la svolta. Il Leicester campione ha dimostrato sia in Champions League che recentemente in Premier League di avere le potenzialità per tirarsi fuori dalle secche di una classifica che non può appartenergli. Non si vince il proprio girone di Champions e non si umilia per 80 minuti uno squadrone come il Manchester City solo per caso o per fortuna.

A inizio stagione Ranieri in cuor suo sapeva benissimo che le Foxes non avrebbero potuto ripetere il miracolo dell'anno scorso, quella cavalcata fu una cosa meravigliosa che rimarrà nella storia e nelle bacheche, ma non immaginava nemmeno di trovarsi invischiato in un vortice così pericoloso. A preoccuparlo è soprattutto il rendimento della sua squadra fuori dal King Power, dove ha raccolto un solo punto in 8 match disputati:

Siamo ottavi nel rendimento casalingo e ultimi in trasferta. Dobbiamo invertire questa tendenza.

E per cambiare rotta al più presto, già oggi pomeriggio a Stoke, il manager italiano si inventa una metafora artistica:

I migliori capolavori di tanti pittori del passato sono stati realizzati quando l'artista era disperato, come capitò a Van Gogh per esempio. Allo stesso modo noi, ora che siamo sotto pressione, dobbiamo creare le nostre migliori prestazioni.

La camera di Arles nel quadro di Vincent Van Gogh

Il grande artista olandese diede effettivamente il meglio di se stesso nei difficili anni di Arles, dove dipinse le opere più famose, dai girasoli alla celebre stanza, dalla notte stellata agli autoritratti. Ranieri non va oltre, per scaramanzia, ma sicuramente incrocia le dita, sperando che la storia della sua squadra abbia un epilogo diverso da quella di Van Gogh, che dopo aver lasciato ai posteri quei quadri memorabili finì per togliersi la vita.

Quello che è certo è che oggi l'occasione per il Leicester è davvero ghiotta: nemmeno lo Stoke naviga in acque tranquille e il Britannia non è proprio una fortezza inespugnabile: in casa i Potters hanno raccolto solo 11 punti su 24 e hanno segnato soltanto 9 reti, terza peggiore prestazione di tutta la Premier. Col rientro di Kasper Schmeichel fra i pali, mastro Ranieri può davvero sperare di dipingere il suo primo capolavoro in trasferta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.