Gundogan ko, stagione finita: in carriera fermo per due anni e mezzo

Ilkay si è rotto il crociato del ginocchio destro nella partita contro il Watford. Sarà indisponibile per sei mesi. In carriera ha saltato quasi il 40% di partite.

Ilkay Gundogan ha già terminato la propria stagione a causa della rottura del crociato

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Stagione finita, arrivederci ad agosto. Ancora una volta Ilkay Gundogan si deve fermare. Durante la partita fra il suo Manchester City e il Watford, in seguito ad un contrasto con Amrabat, il centrocampista tedesco è rimasto a terra, urlando, con le mani nei capelli. Che non fosse una cosa da poco si è capito subito. Ora i risultati delle analisi: crociato rotto, starà fermo almeno 6 mesi. Stagione finita, per vederlo in campo in una partita ufficiale bisognerà aspettare agosto. E dopo aver saltato i Mondiali del 2014 per i problemi alla schiena e gli Europei della scorsa estate  (sempre per un infortunio al ginocchio destro), dovrà saltare anche la Confederations Cup del 2017. Per la Germania Ilkay non c'è mai.

L’infortunio

Pep Guardiola ha già ammesso che per il City l’assenza di Gundogan (5 gol in 16 partite) non sarà facile da sostenere:

È una situazione difficile per lui, ci mancherà tremendamente. Dobbiamo trasmettergli la sensazione che comunque gli stiamo vicino. E che lo aspettiamo.

Pep ha poi raccontato che appena uscito dal campo Ilkay gli aveva detto di temere di dover stare fermo per diversi mesi.

Problemi

Evidentemente però c’è qualcosa che non va nel fisico di Ilkay. Da quando è professionista ha saltato 134 partite su 353 (il 38%). Sommando i giorni nei quali è stato indisponibile si arriva quasi a 2 anni completi. Ai quali ora andranno aggiunti questi 6 mesi. Questo subito al crociato è il 21esimo infortunio della sua carriera, il secondo più grave dopo quello alla schiena che fra il 2013 e il 2014 lo ha tenuto fermo 403 giorni. Troppi per un giocatore che vuole competere ad alti livelli. E ancora una volta Ilkay finisce la stagione molto prima rispetto ai compagni. Arrivederci ad agosto, e in bocca al lupo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.