Eurolega - Top & Flop: Teodosic spegne il Barça, Maccabi in crisi nera

Il serbo regala emozioni, ma il vero MVP è Fabien Causeur del Bamberg. Hadar non è più il coach del Maccabi. Ecco migliori e peggiori del dodicesimo turno di Eurolega.

Fabien Causeur guida il Bamberg

41 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nell'ultima giornata di Eurolega sono stati tanti i giocatori protagonisti di partite eccezionali. Da Wanamaker del Darussafaka a Micov del Galatasaray, che hanno guidato le loro squadre alla vittoria. E proseguendo con Brown dell'Efes e Langford dell'Unics, che hanno perso ma hanno provato in ogni modo a caricarsi sulle spalle i rispettivi compagni. Non solo sorrisi, ci sono giocatori che hanno delusso e non poco. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio gli aspetti più positivi e negativi dell'ultima giornata nella nostra consueta rubrica Top & Flop.

TOP

La gioia di Fabien Causeur a fine partita

Fabien Causeur - Il Bamberg, dopo la vittoria di Tel Aviv, batte anche l'Efes e trova la seconda vittoria consecutiva. Coach Trinchieri ha un nuovo protagonista stavolta: Fabien Causeur. La guardia francese mette a segno 28 punti (career high per lui) e sbaglia solo 3 tiri dal campo (11/14 complessivo al tiro). Per Causeur nuovo record personale anche di valutazione (35). MVP di giornata.

Ennesima grande prestazione per Milos Teodosic

Milos Teodosic - Ha saltato la trasferta di Milano della settimana scorsa e sarebbe dovuto rimaner fermo fino alla fine del 2016, saltando così le ultime 5 partite dell'anno. Ma Milos Teodosic ha sorpreso tutti scendendo in campo contro il Barcellona. Il talento serbo non era al meglio ma ha giocato l'ennesima partita spettacolare, chiudendo con 16 punti e 11 assist e firmando così la quinta doppia doppia stagionale. Semplicemente un giocatore di un altro pianeta.

Nick Calathes ha trascinato il Panathinaikos

Nick Calathes - Partita da ricordare per il playmaker greco. Grazie alle sue giocate, infatti, il Panathinaikos batte il Fenerbahce e si porta ad una sola vittoria dal secondo posto. Calathes gioca un match divino in cui segna, smista assist e cattura rimbalzi, sfiorando addirittura la tripla doppia. Il suo tabellino dice: 16 punti, 11 assist e 8 rimbalzi. Numeri davvero impressionanti.

FLOP

Sonny Weems del Maccabi Tel Aviv

Maccabi Tel Aviv - A Tel Aviv il momento è delicato. Il Maccabi contro la Stella Rossa si inchina senza nemmeno combattere. Emblematico un dato: zero liberi tirati. Significa che la squadra non ha mai veramente attaccato e non ha mai lottato per ottenere la vittoria. Dopo la partita il presidente Mizrahi ha definito la partita come "una delle peggiori nella storia del club". Sono arrivate anche le dimissioni di coach Hadar che si è dichiarato "non in grado di guidare la squadra nella giusta direzione". Ora il Maccabi andrà alla ricerca del terzo allenatore in questa stagione. Probabilmente, però, i problemi vanno oltre la panchina.

Il Real Madrid durante un time out

Real Madrid - Sconfitta amarissima per il Real Madrid che si deve arrendere in trasferta sul campo del Darussafaka. Hanno inciso pesantemente le assenze di Randolph, Thompkins e soprattutto Llull, giocatore da cui il Real dipende totalmente. La squadra di Pablo Laso perde punti importanti, ringrazia il CSKA Mosca che è sempre più primo con tre vittorie di vantaggio.

Adesivi sul parquet - Dopo Aaron Jackson del CSKA, anche Ekpe Udoh del Fenerbahce si è lamentato via Twitter degli adesivi pubblicitari presenti sui parquet dell'Eurolega, ritenuti dai giocatori scivolosi e di conseguenza pericolosi. Sono già diversi i casi di infortuni causati da questi stickers. L'ultima vittima è Daniel Hackett che resterà fuori per il resto della stagione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.