Roma, ecco Monchi: la Serie A accoglie il mago delle plusvalenze

Decisivo un incontro a Londra tra i dirigenti giallorossi e Monchi, l'uomo che in 16 anni ha reso grande il Siviglia. Il nuovo direttore sportivo è atteso a giugno in Serie A.

Direttore sportivo Siviglia

750 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si scrive Monchi, si legge programmazione, plusvalenze e trofei. Dopo l'incontro di lunedì 27 marzo a Londra con i dirigenti giallorossi Franco Baldini, Alex Zecca e successivamente con il presidente James Pallotta, era stato già designato come il nuovo direttore sportivo della Roma. Dopo le dimissioni di ieri dal Siviglia, ora Monchi si avvicina a grandi passi verso la Capitale: dovrebbe entrare ufficialmente in società a giugno. 

Chi è Monchi?

Dirigente del Siviglia dal 2000, immediatamente dopo aver appeso scarpe e guanti al chiodo nello spogliatoio del Ramón Sánchez-Pizjuán. Innamorato di questa squadra sia da portiere che da direttore sportivo, una volta dietro la scrivania l'ha presa per mano dopo la retrocessione e nel pieno della crisi economica che ha pesantemente coinvolto il calcio spagnolo.

Amore corrisposto da parte di società, tifosi e amanti del Siviglia che già lo scorso anno erano preoccupati dall'eventuale partenza di uno dei direttori sportivi più stimati e invidiati d'Europa. Allora si parlava di Manchester United, invece nel futuro di Monchi c'è la Roma e la pesante eredità di Walter Sabatini, al momento sostituito dal traghettatore Frederic Massara.

Ex DS Roma
Walter Sabatini, ex direttore sportivo della Roma

Le plusvalenze

Dalla retrocessione alla vittoria di trofei europei, è facile immaginare come la strada sia stata lunga, ripida e piena di ostacoli. Monchi, con idee chiare in testa sin da subito, capì immediatamente che l'unica via perseguibile era la programmazione, la velocità di pensiero e di azione. Doti che hanno consentito al Siviglia di scoprire talenti in anticipo, intuizioni in grado di far vincere e arricchire la società.

Direttore sportivo Siviglia
Monchi, direttore sportivo del Siviglia dal 2000

Partiva un giocatore e quasi automaticamente ne arrivava uno uguale o addirittura più forte, con enormi plusvalenze per le casse societarie. La spesa totale di 25 milioni per l'acquisto di Dani Alves, Fazio, Cáceres, Adriano, Rakitic, Baptista, Keita, Poulsen, Fabiano e Bacca ha fruttato successivamente la bellezza di 170 milioni.

Dirigente ed ex difensore Siviglia
Monchi alla presentazione di Federico Fazio

Non si tratta solo di comprare e vendere, c'è molto di più. Il Siviglia targato Monchi aveva una dote particolare, molto preziosa: scoprire talenti. Solo per citare i 3 esempi più emblematici, nel vivaio andaluso sono passati Sergio Ramos, José Antonio Reyes e Alberto Moreno. A chi crede che si tratti di tante coincidenze e fortuna, Monchi, in un'intervista al The Guardian rispondeva così:

Ex difensore Siviglia
Un giovanissimo Sergio Ramos con la maglia del Siviglia prova a contrastare Ronaldinho

Ho 16 osservatori che per 5 mesi guardano le partite di diversi campionati senza alcun obiettivo prefissato. Ogni mese stabiliamo la miglior formazione del campionato. Da dicembre decidiamo i giocatori più interessanti, creando una lista di 250 giocatori, poi ascoltiamo le esigenze dell'allenatore e da quel momento creiamo una lista di candidati e iniziamo a lavorare per acquistare il giocatore.

Il palmares al Siviglia

Siviglia
Il Siviglia festeggia la conquista della terza Europa League consecutiva

Nonostante una squadra che cambia di continuo, complice e allo stesso tempo vittima di un mercato che ha l'obiettivo di creare plusvalenze, e nonostante un campionato dove lo strapotere tecnico ed economico di Barcellona e Real Madrid rende la Liga una sfida a due, il Siviglia è riuscita ad arricchire la bacheca di prestigiosi trofei: 4 nei 110 anni di storia prima dell'arrivo di Monchi, 9 dal 2006 ad oggi.

Non contano i nomi, è importante la filosofia che Monchi è riuscito a trasmettere al Siviglia. Certo, sono determinanti i giocatori e l'allenatore, ma fondamentale è stato il lavoro svolto dal direttore sportivo che è riuscito a rendere tutti utili e nessuno indispensabile. Ben quattordici finali disputate negli ultimi dieci anni, di cui nove vinte, lo testimoniano.

Siviglia
Siviglia detentore dell'Europa League

Monchi ha impiegato 6 anni prima di portare il Siviglia ai vertici europei, ma l'appetito vien mangiando e così la vittoria della Coppa Uefa del 2006 è bissata l'anno successivo in cui il Siviglia vince anche la Copa del Rey e la Supercoppa Europea. Un anno dopo la bacheca si arricchisce della Supercoppa di Spagna. Una stagione di pausa ed è il turno di un'altra Copa del Rey. L'apoteosi inizia nella stagione 2013/2014 quando il Siviglia si aggiudica l'Europa League.

Y Sevilla se puso guapa, vistiéndose de rojo y blanco.....

A photo posted by Monchi Rodríguez (@leonsfdo) on

Un trofeo di cui il Siviglia è ancora detentore. Anzi, padrone. Per la prima volta nella storia di questa competizione lo stesso club è riuscito a vincere per tre anni consecutivi. Adesso il direttore sportivo dei miracoli è pronto a sbarcare nella Capitale: tante le incognite, inferiori solamente alle aspettative a alle speranze dei tifosi giallorossi, che inevitabilmente già sognano e sperano di aprire una bacheca chiusa da tanto, troppo tempo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.