Ancelotti coccola Cristiano Ronaldo: "Può arrivare a 6-7 Palloni d'Oro"

Il tecnico del Bayern Monaco è molto legato a Ronaldo: "A Madrid mi aiutò tantissimo nel quotidiano con i suoi atteggiamenti. La competizione con Messi lo migliora".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Leader silenzioso. È il titolo del suo libro, è il suo ritratto. Tanto le vittorie parlano per lui. Carlo Ancelotti, tornato in testa alla classifica della Bundesliga col suo Bayern Monaco scavalcando il Lipsia, si è raccontato ad AS, spiegando anche la sua vita bavarese:

Il club è molto ben organizzato, la squadra è di qualità, la città è bella, l'atmosfera è tranquilla... Abbiamo fatto abbastanza bene finora, ma possiamo migliorare. C'è ancora tempo per farlo. Il momento critico sarà febbraio, marzo e aprile, dobbiamo essere pronti.

Lui e Ronaldo

In quel periodo incontrerà anche gli avversari più forti, specie in Europa. Potrebbe ritrovarsi contro il Real Madrid con cui vinse la storica Decima, la Champions League a lungo cercata. Sarebbe curioso vederlo contro Cristiano Ronaldo, suo pupillo, in grado nei giorni scorsi di vincere il Pallone d’Oro per la quarta volta.

Cristiano è senza dubbio uno dei giocatori più importanti che abbia allenato. È molto serio, molto professionale e segna quasi in ogni partita. Per un allenatore è fondamentale.

Il rapporto dei due è particolarmente stretto:

Quando ho lasciato il Madrid mi ha dato sostegno pubblico, ma il più grande aiuto che mi ha offerto è nel quotidiano: diventando un buon esempio per i compagni di squadra e segnando tanti gol.

Vota anche tu!

Ancelotti riporterà la Champions a Monaco?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Pallone d’oro

Per Ancelotti nessuno al di fuori di Ronaldo avrebbe potuto vincere il Pallone d’Oro:

Per me è meritato perché ha vinto la Coppa dei Campioni e l’Europeo. Ha fatto meglio di altri in questa stagione e il premio è logico.

L’eterno dualismo con Messi continua, al punto che Ronaldo, al quarto riconoscimento, non sarà soddisfatto fino a quando non raggiungerà Leo, attualmente a quota 5 Palloni d’Oro.

La competizione ha migliorato entrambi. Non so fino a quando Ronaldo potrà continuare su questi livelli, ma non è vecchio. Credo che per tre o quattro anni potrà mantenere questo livello.

Il Bayern

Impossibile però non parlare del Bayern e del campionato tedesco:

Per me la qualità della Bundesliga è stata una sorpresa. Il Lipsia me lo aspettavo, ma l’organizzazione di squadre come Hoffenheim, Colonia, Hertha e Eintracht è impressionante.

Monaco però lo riporta indietro nel tempo, agli anni vissuti col Milan, alla sua consacrazione da allenatore.

Devo ammettere che stare al Bayern è come tornare a Milano. L’ambiente è familiare, intimo. Gli ex campioni che ora sono i responsabili del club hanno dato stabilità alla società creando un’atmosfera magnifica.

Se poi dovesse vincere l’atmosfera sarebbe ancora migliore. Ma lui, da leader silenzioso lo sa bene. Lui fa parlare i successi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.