Wolfsburg, cacciato il direttore sportivo Allofs: insulti ai giocatori

Il direttore sportivo del Wolfsburg paga i pessimi risultati del club, in piena zona retrocessione, ma anche un pessimo rapporto con i giocatori, che insultava.

Klaus Allofs non è più il direttore sportivo del Wolfsburg: paga i risultati e un caratteraccio

371 condivisioni 0 commenti

di

Share

Disuniti si perde. Basta capovolgere una delle più celebri frasi dello sport (uniti si vince…) per ottenere un quadro chiaro della situazione del Wolfsburg. Julian Draxler in estate ha detto chiaramente di volersene andare, Mario Gomez ha firmato un contratto per il quale in caso di mancata qualificazione alle coppe europee per lui sarà facile svincolarsi. Caligiuri sogna l’Italia, Benaglio è in calo, Rodriguez vuole andare a giocare per un top club. Lo spogliatoio è sfaldato. E la squadra in Bundesliga è in piena lotta retrocessione, benché nelle ultime due sessioni estive siano stati spesi 100 milioni di euro. La società ha trovato il capro espiatorio. Il colpevole principale è Klaus Allofs, da 4 anni direttore sportivo del club, che ieri è stato licenziato.

Retroscena

Dietro all’addio di Allofs però ci sono vari motivi. Gli ultimi mercati sono stati fatti male, è evidente. Al Wolfsburg manca l’identità. Grave essersene dimenticati. Ma non è tutto. Gli atteggiamenti di Allofs non erano più accettabili. Con Draxler ha sbagliato i modi. Il giocatore voleva andarsene, lui lo ha obbligato a restare senza provare a convincerlo. Non gli ha provato a spiegare la bontà del progetto, ha scelto lui per il giocatore. Quando la crisi del Wolfsburg è diventata palese i tifosi hanno contestato. Lui ha ordinato ai giocatori di trovare il confronto con i sostenitori arrabbiati. Ma poi al colloquio lui non si è presentato.

Ha fatto un passo indietro. Come se fosse l’unico innocente. Altro atteggiamento che ai giocatori non è piaciuto. E ancora: stando a quanto riportato dalla Bild Allofs durante le partite, seduto in panchina, insultava i giocatori. Si era oltrepassato il limite. La negatività porta a negatività. La classifica del Wolfsburg lo dimostra. Squadra costruita male, ma è comunque inaccettabile sia in zona retrocessione. Per questo si cerca una nuova figura, un nuovo ds che abbia in primis un nuovo atteggiamento. Per vincere bisogna essere uniti. Disuniti si perde.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.