Signori e i rigori: "Ho svelato a Neymar il trucco del ginocchio..."

L'ex attaccante della Lazio ha rivelato in un'intervista a Libero di essere stato contattato dallo staff del Barcellona per dare qualche consiglio al brasiliano.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Tirare i calci di rigore è un'arte, ci vuole talento. Un talento che però si può allenare e soprattutto coltivare attraverso dei trucchi del mestiere che limitano il rischio di sbagliarli. Sono e saranno tanti i tentativi di rendere i penalty semplici formalità, ma nessuno ha mai trovato la ricetta perfetta. Non esistono eccezioni e anche Neymar è compreso nella lista dei giocatori che hanno fallito. Lo staff del Barcellona ha così deciso di interpellare Beppe Signori, ex attaccante italiano, vero specialista del tiro dagli 11 metri.

Barcellona-Manchester City
Il rigore sbagliato da Neymar nella sfida di Champions League contro il Manchester City

Qualche mese fa lo staff blaugrana mi ha contattato per ricevere consigli su come far tirare i calci di rigore a Neymar. Gli ho svelato il segreto del ginocchio, ossia partire da fermo, ma naturalmente è più difficile coordinarsi sul breve e Neymar ne ha sbagliati alcuni.

Le parole di Beppe Signori in un'intervista a Libero. L'ex giocatore della Lazio aveva una media veramente invidiabile: 84,6% di rigori trasformati in carriera, dietro solamente a Diego Armando Maradona (88,2%) e Boninsegna (85,3%). Giocatori di altri tempi, ma Signori conosce il motivo per cui nel podio ci sono solamente giocatori del passato.

Ex attaccante Nazionale italiana
Beppe Signori, contattato dallo staff del Barcellona per ricevere consigli su come calciare i rigori

Ora i portieri sono più preparati, studiano i rigoristi. Mario Balotelli è un ottimo rigorista, ma rallentare la corsa è una tecnica rischiosa. Io calciavo da fermo e capivo in anticipo dove si sarebbe buttato il portiere. Lo obbligavo a decidere prima di me. Lui aveva un ginocchio appena più basso dell'altro, un movimento inconsapevole che mi faceva capire che avrebbe spinto con quella gamba per tuffarsi dal lato opposto. Non serve la forza, ma solo la precisione.

Ex attaccante Milan
Mario Balotelli, quasi infallibile dal dischetto

Idee chiare anche per quanto riguarda la delicata vicenda in casa Milan, con Niang autore di due errori consecutivi e Lapadula che scalpita per sostituirlo. Per Signori la gerarchia è sacra e può non essere rispettata solo in caso di decisione autonoma del rigorista designato. L'ex giocatore della Nazionale italiana rivela anche la destinazione esatta nella porta, dove il rigore può diventare infallibile.

Negli angoli e rasoterra. Ad un'altezza inclusa tra 70 e 150 centimetri la percentuale di realizzazione è solamente del 50%.

Questi i consigli dell'esperto Beppe Signori, evidentemente non ascoltati completamente, oppure non compresi a pieno dall'attaccante brasiliano che secondo Marca lo scorso marzo avrebbe deciso di abbandonare la tecnica derivante dal segreto del ginocchio dopo aver sbagliato 2 rigori su 5 calciati da fermo tra Liga e Champions League.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.