Klopp-Gary Neville, che scintille: "Perché lo fanno parlare in tv?"

Volano frecciate tra il manager del Liverpool e l'ex capitano del Manchester United. Il motivo? Le critiche che l'attuale opinionista tv ha rivolto contro Karius.

Gary Neville, ex capitano del Manchester United e ora opinionista tv

197 condivisioni 0 commenti

di

Share

Gary Neville che replica a Jurgen Klopp, che l'aveva criticato per le sue critiche a Loris Karius, che già aveva risposto alle critiche precedenti di Neville. Ok, prima che il mal di testa prenda il sopravvento, districhiamo la matassa della polemica che vede protagonisti, da una parte, l'ex capitano del Manchester United e, dall'altra, il manager e il portiere del Liverpool. Partiamo proprio dall'ultimo anello della catena di accuse reciproche, dalla bordata cioè che il mai diplomatico Klopp ha indirizzato al maggiore dei fratelli Neville:

Ha dimostrato di avere avuto difficoltà con il mestiere di giudicare i giocatori, quindi perché lo lasciamo parlare dei giocatori in televisione?

Una sconfitta e un pareggio nelle ultime due giornate: ora il Liverpool di Klopp è a -6 dal Chelsea capolista

Gary Neville è infatti uno dei principali opinionisti - pundit, come li chiamano nei Paesi anglosassoni - dello SkySports britannico. Tra il dicembre 2015 e lo scorso marzo, come ricorderete, ha invece vissuto una breve e magrissima esperienza da allenatore del Valencia. Ecco, è proprio lì che Klopp ha mirato per scoccare la sua freccia intrisa di sarcasmo. Ma da cosa deriva tutto questo astio nei confronti di Gaz Nev, ma anche di suo fratello Phil? Dalle critiche che i due Neville bros hanno rivolto in più riprese a Karius, il numero uno tedesco dei Reds.

Gary Neville (a destra) ai tempi della breve esperienza sulla panchina del Valencia: suo fratelo Phil (a sinistra) era il suo collaboratore

Le ultime due settimane, per il portiere ex Mainz, non sono state sicuramente delle migliori: contro il Bournemouth, il 4 dicembre, un suo grave errore ha permesso ad Aké di siglare la rete del 4-3 per le Cherries; domenica scorsa invece, nel 2-2 contro il West Ham, è stata la punizione di Payet (ma anche il tocco morbido di Antonio) a gettare Karius nel calderone delle polemiche. In prima fila, nel dubitare del valore dell'estremo difensore classe '93, proprio Phil ma soprattutto Gary Neville. Ed ecco il motivo della stoccata di Klopp nei suoi confronti. L'ex tecnico del Valencia ha replicato al manager del Liverpool con una battuta su Twitter:

Ahah non sono uno chef ma so riconoscere una buona bistecca!

Come a dire: il fatto di non essermi distinto come un buon allenatore non significa che non sia in grado di esprimere giudizi. Ad arricchire ancora di più il botta e risposta tra i due, il fatto che Klopp avesse chiesto ai giornalisti un "favore":

Ditegli che non sono su Twitter. Se volesse dirmi qualcosa, non lo faccia lì.

Come non detto, Jurgen. In ogni caso, nella conferenza stampa prima del match contro il Middlesbrough, l'ex Borussia Dortmund non si è limitato solamente a una secca frecciata nei confronti dell'opinionista di SkySports, allargando il raggio del suo dissenso agli ex calciatori che sono passati "dall'altra parte della barricata":

Non li ascolto. Sono abbastanza sicuro che anche Carra (Jamie Carragher, ndr) non spenda troppe parole positive per i giocatori del Manchester United. Ovviamente ai fratelli Neville il Liverpool non piace, ma per me questo non è un problema. Se la loro intenzione è quella di crearci ancora più problemi di quanti già non ne abbiamo, ok, ci hanno provato. Ma io non sono sorpreso da tutto questo. Gli ex calciatori ora opinionisti si dimenticano completamente di come si sentissero quando venivano criticati a loro volta. In particolare i fratelli Neville: quello che è stato allenatore (Gary, ndr) dovrebbe sapere che troppe critiche non aiutano mai. Ma immagino che lui non abbia interesse nell'aiutare un giocatore del Liverpool.

Loris Karius al centro delle critiche dopo i suoi errori contro Bournemouth e West Ham

A dire il vero, lo stesso Carragher nominato da Klopp non ha risparmiato critiche al povero Karius. L'ex capitano dei Reds, nelle vesti anche lui di opinionista, ha sollevato in maniera esplicita il dubbio che il portiere tedesco sia all'altezza di rivestire il ruolo di titolare nel Liverpool. Sia a lui che a Gary Neville, Karius in persona aveva avuto modo di replicare in un'intervista a Sportsmail, dopo il ko contro il Bournemouth:

Carragher è stato tanto tempo qui a Liverpool, probabilmente è ancora un tifoso e dopo la partita magari era un po' amareggiato. Devo accettarlo. Ma non mi interesso invece di quello che dice Gary Neville. È stato un giocatore fortissimo, poi per un breve periodo è stato anche allenatore e ora è tornato a vestire i panni dell'esperto. Ma è sempre molto critico, credo che si comporti così con tutti. Vorrei solo che, quando farò qualcosa di positivo, sia pronto a sottolinearlo.

Contro il West Ham, però, la prestazione di Karius ha prestato il fianco a nuove critiche da parte di Neville. Da lì la risposta di Klopp e la contro-risposta di Neville. E chissà se la saga delle frecciate avvelenate si sia conclusa qui...

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.