Wolfsburg-Draxler, è guerra: non convocato per il Bayern Monaco

Sempre più ai minimi termini il rapporto tra il campione tedesco e il club della Volkswagen: probabile resti fuori dai convocati fino alla prossima sosta di mercato.

Draxler, destinato a lasciare presto il Wolfsburg

757 condivisioni 0 commenti

di

Share

Julian Draxler prepari pure le valigie, difficilmente il suo rapporto con il Wolfsburg andrà oltre la prossima sessione di mercato. Juventus e Arsenal possono ricominciare ad avviare i contatti con il club tedesco, che proprio qualche settimana fa ha ricevuto dalla Volkswagen (proprietario del club e sponsor principale) la comunicazione di dover ridimensionare pesantemente gli investimenti nel calcio. Proprio per questo non saranno concessi grandi sconti o deroghe alla richiesta di 35 milioni di euro per il cartellino del campione del mondo con la Germania, che la scorsa estate aveva dichiarato senza mezzi termini di volersene andare, salvo poi essere costretto a restare per la volontà del club di trattenerlo a tutti i costi.

Concetto ribadito

Il malessere del giocatore però è rimasto lo stesso e lo hanno percepito chiaramente anche i tifosi, che dopo l'ultima partita persa dal Wolfsburg contro l'Hertha Berlino dello scorso sabato lo hanno fischiato pesantemente al momento del suo ingresso in campo al 78' per Borja Mayoral. Successivamente lo stesso Draxler aveva commentato l'accaduto ai microfoni di Kicker:

Non c'è bisogno che spieghi cosa voglia dire per un giocatore essere fischiato dai propri sostenitori. Di certo non fa piacere e rende più complicato rendere sul campo. Però capisco i tifosi, hanno tutto il diritto di farlo. In estate d'altronde avevo espresso il mio pensiero, che è sempre lo stesso.

Non convocato

Anche l'allenatore Valérien Ismaël è convinto che il comportamento dei tifosi non sia da biasimare:

Non è mai carino quando un calciatore viene fischiato dai propri tifosi. Non aiuta. Ma bisogna capirli, è stato Draxler a mettersi in questa situazione.

E per essere coerente con il suo pensiero, il tecnico non lo ha nemmeno convocato per la sfida con il Bayern Monaco. Secondo quanto riportato dai media tedeschi, è probabile che questo sia un provvedimento definitivo, almeno fino alla prossima sessione di mercato. Quando sia il club che il suo agente faranno di tutto per separare una volta per tutte le due strade. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.