Chapecoense: sono già 22 i giocatori che si sono offerti. Che squadra!

A una decina di giorni dalla tragedia non si ferma la solidarietà verso il club brasiliano. Assegnata la Copa, continuano le offerte di giocatori per ricostruire la squadra.

Riquelme e Ronaldinho

4k condivisioni 0 commenti

di

Share

A una decina di giorni dalla tragedia aerea di Medellin, in cui il club brasiliano Chapecoense, fra morti e feriti, ha perso quasi tutti i giocatori della rosa, le iniziative di solidarietà non si fermano. La Conmebol, Confederazione del calcio sudamericano, ha ufficializzato nei giorni scorsi l'assegnazione della Copa Sudamericana 2016 al club di Chapecoè, avallando la proposta dell'Atletico Nacional che proprio ai verdi brasiliani avrebbe dovuto contendere il trofeo.

Non è facile, a pochi giorni dai drammatici eventi, parlare del lato sportivo, ma in fondo aiuta. Quale vincitore della Sudamericana, il club ha acquisito il diritto di disputare la Recopa, nuovamente contro l'Atletico Nacional che ha vinto la Copa Libertadores, e la prossima edizione della stessa Libertadores.

Juan Roman Riquelme

Già, ma con quali giocatori? Sarebbe troppo arduo affrontare appuntamenti così impegnativi con una squadra imbottita di giovani. I primi ad averlo capito sono stati Ronaldinho e Riquelme, che nei giorni scorsi si sono offerti volontari per indossare la maglia verde e bianca del club. L'ex Pallone d'oro, poi, ha cominciato a prodigarsi in una vera e propria opera di scouting e in pochissimo tempo ha già "reclutato" 22 calciatori, praticamente due squadre.

Intendiamoci, la solidarietà è alta e il richiamo di Dinho è sempre forte, ma non aspettatevi le più grandi star del momento, anche perché chi ha un contratto deve rispettarlo: la maggior parte della truppa reclutata dall'ex Pallone d'oro è formata da ex giocatori o quasi (Zè Roberto va per i 43 anni) o da chi trova poco spazio nel proprio club.

Ze Roberto ha 42 anni

Ecco la formazione migliore che potrebbe schierare la Chapecoense con i volontari che si sono offerti fino a ora:

Neto; Maicon, Rafa Marquez, Douglas; Lucas Silva, Riquelme, Zè Roberto, Kakà, Ronaldinho; Gudjohnsen, Adriano.

Adriano, qualche chilo di troppo, ma un cuore grande

Certo, forse la difesa faticherebbe un po', ma quei due o tre là davanti...

Gudjohnsen in Champions con la maglia del Barcellona

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.