Champions League: la notte delle triplette. Hat-trick per Perez e Turan

Un martedì di coppa intriso di sorprese: nottata indimenticabile per Lucas Perez e Arda Turan, autori di tre gol ciascuno.

691 condivisioni 0 commenti

di

Share

Notti magiche in Champions League. Ci verrà indubbiamente perdonato l'improprio utilizzo del riferimento all'inno dei Mondiali del 1990, in quanto non vi sarebbe espressione migliore per descrivere le gioie provate da Lucas Perez e Arda Turan, autori di una tripletta ciascuno rispettivamente nelle goleade di Arsenal e Barcellona.

Prime gioie europee per Lucas Perez

Serata assolutamente da ricordare quella di Lucas Perez. L'attaccante spagnolo, arrivato in estate dal Deportivo per 20 milioni di euro - tra mugugni e incertezze - è infatti riuscito a siglare le prime marcature in Champions League della propria carriera. Certo, un hat-trick alla vigilia della sfida al Basilea era alquanto difficile da pronosticare. Ciò nonostante, Perez è riuscito a caricarsi sulle spalle il peso dell'attacco dei Gunners, imponendosi come MVP del Sankt Jakob-Park. Già rinominato dai tifosi londinesi "bomber di coppa", l'ex PAOK Salonicco non ha negato il proprio malcontento a seguito del poco spazio ritagliatosi in Premier. D'altronde, le poche presenze messe a segno parlano per lui: 3 le apparizioni in EFL Cup, condite da 2 gol e un assist, mentre soltanto 2 quelle in Champions, impreziosite però da ben 3 gol e 2 assist che daranno senza dubbio ancor più magagne nelle scelte di formazione al tecnico Arsène Wenger.

L'espiazione di Arda Turan

Luis Enrique lo aveva bacchettato senza mezzi termini, visto l'incredibile impatto negativo nel Clasico. Era stato proprio Arda Turan infatti a commettere il fallo che ha portato al gol in zona Cesarini di Sergio Ramos, nella sfida andata in scena sabato scorso al Camp Nou. Quale modo migliore dunque per il duttile centrocampista turco di farsi perdonare? Senza dubbio la tripletta siglata ai danni del Borussia Mönchengladbach avrà contribuito a far scemare un po' l'amarezza del week-end appena conclusosi. Tanta la soddisfazione per Turan, il quale non sembra riuscir proprio a trovare il suo posto all'interno dello schieramento blaugrana - vista anche la fitta concorrenza sulla mediana -. Tuttavia, il perfetto score in Champions fatto di 4 reti in altrettante presenze non può che testimoniare l'indubbio valore di una mezzala dalle enormi qualità e sempre pericolosa quando si tratta di offendere.

La serata degli outsiders 

Prestazioni da incorniciare dunque per Lucas Perez e Arda Turan, i quali trovano conforto - con gli interessi - in Europa, visto il poco spazio in campionato. Certo è che con una panchina così, Arsenal e Barcellona possono assolutamente dormire sogni tranquilli, specie i catalani. Chissà però che anche Wenger - visto il già scarsissimo feeling mai sbocciato con Giroud - non possa finalmente aver scovato quel centravanti boa più volte cercato per il proprio gioco, ma mai veramente trovato a causa di un'incarnazione non perfetta del ruolo da parte delle punte che si sono susseguite nel corso degli anni vissuti all'ombra dell'Emirates Stadium.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.