Arsenal in difficoltà: dalla Cina offerto un maxi contratto a Sanchez!

Un club cinese ha offerto circa 25 milioni di euro annui al cileno, che a Londra ne guadagna un terzo. Si apre una lunga trattativa e non si può escludere la cessione.

Sanchez

397 condivisioni 0 commenti 1 stella

Share

Qualcuno ha mai visto sorridere Arsène Wenger? Bè, non gli capiterà sicuramente in questi giorni. L'Arsenal ha appena sbancato il London Stadium 5-1, è secondo in campionato, ha vinto il proprio girone di Champions League e un suo giocatore è in testa alla classifica dei marcatori della Premier League, ma Arsene si aggira per gli uffici dell'Emirates con un diavolo per capello. 

Succede che Alexis Sanchez, proprio il suo capocannoniere di Premier si sia appena visto recapitare da un club della Super League cinese una di quelle offerte che è difficile rifiutare: 400mila sterline alla settimana, che all'anno fanno poco meno di 21 milioni, 25 se tradotti in euro. Alexis compirà 28 anni fra pochi giorni, guadagna 130mila sterline a settimana e magari non ha molta voglia di andare a giocare in Cina ma, col contratto in scadenza fra 18 mesi, Arsene deve inventarsi qualcosa.

Sì, perché alla finestra ci sono anche Juventus e Manchester City e i Gunners devono decidere in fretta che cosa fare. O riescono a convincere il cileno a scendere a più miti pretese e "accontentarsi" di uno stipendio simile a quello di Özil, che con 200mila a settimana è il più pagato all'Emirates, o si troveranno presto di fronte a un bivio: cedere Sanchez in estate a prezzo quasi di saldo o attendere la naturale scadenza del contratto, giugno 2018, senza incassare nemmeno un pound.

Lo strapotere dello yuan sta mettendo in seria difficoltà il calcio europeo. Un anno fa, nel mercato invernale, la Super League cinese aveva speso 275 milioni di euro, ben più dei 247 della Premier e degli 89 della nostra Serie A. Nel giro di un anno e mezzo in Cina sono volati giocatori di primissimo piano come Ramires, Jackson Martinez, Alex Texeira, Guarin, Gervinho e Lavezzi. Anche ammesso che a Madrid, Londra o Milano si viva meglio che a Shangai, uno stipendio triplicato mantiene un fascino cui è difficile resistere e questo sarà sempre più un problema per i manager di tutta Europa. Proprio Wenger lo aveva capito più di un anno fa:

Credo che dovremmo cominciare a preoccuparci: i cinesi hanno i mezzi economici per saccheggiarci.

E se nel 2014 una bandiera dell'Arsenal come Thierry Henry aveva definito Sanchez il miglior acquisto degli ultimi anni, ora i Gunners stanno già cominciando a cercare il suo sostituto. In pole position c'è Marco Reus, sempre che a Dortmund non ricevano una mail da Pechino...

Vota anche tu!

Stipendio triplicato: a 28 anni Sanchez farebbe bene ad accettare l'offerta cinese?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.