UFC, Johnson sul match titolato: "Ho una nuvola nera sulla testa"

Anthony Johnson ha parlato ai microfoni di The MMA Hour nell'edizione del lunedì, spiegando il suo punto di vista sulla mancata presenza a UFC 206.

rumble

47 condivisioni 0 commenti

di

Share

Per ben due volte negli scorsi due anni, i piani di conquista del titolo dei massimi-leggeri non sono andati come pronosticati dal contendente al titolo Anthony 'Rumble' Johnson (22-5). L'anno scorso, prima del match contro Cormier, l'allora campione Jon Jones (22-1) andò incontro a problemi legali e fu costretto ad abbandonare il match con il rappresentante dei Blackzilians. Ancora una volta, a UFC 206, 'Rumble' avrebbe dovuto affrontare l'attuale campione Daniel Cormier (18-1), che vanta già una vittoria su di lui in occasione di UFC 187. Il campione però ha subito un infortunio e il match tra i due è stato rimosso dalla card.

jones
Jon Jones, ex campione dei pesi massimi-leggeri. Non è mai stato sconfitto nell'ottagono; la sua unica sconfitta risale al 2009, dovuta a gomitate illegali su Matt Hamill.

In gabbia, fuori dalla gabbia, succede sempre qualcosa... Ho una nuvola nera sulla testa! 

Queste le prime parole di Johnson all'edizione del lunedì di The MMA Hour. D'altro canto 'Rumble' sa bene che queste sono cose che capitano nel mondo delle MMA. 

È il mondo in cui vive chi fa parte di questo sport. Vinci alcune battaglie, ne perdi altre; ora, non so se questa sia una vittoria o una sconfitta, vedremo passo dopo passo, capisci che intendo?

cormier
Daniel Cormier. Avrebbe dovuto affrontare Johnson a UFC 206 per il titolo dei massimi-leggeri.

Queste parole potrebbero significare un passo indietro in attesa del ritorno di Cormier. A Johnson era stato proposto di affrontare Gegard Mousasi (41-6-2) a UFC 206, ma 'Rumble' ha preferito rifiutare. Negli ultimi 13 incontri l'unica sconfitta di Johnson è arrivata per mano di Cormier in un incontro con il titolo in palio, proprio a UFC 187, evento in cui 'DC' sostituì Jon Jones. 

Con Gegard sarebbe stato sicuramente un bell'incontro, ma che senso avrebbe avuto per me? Ci avrei combattuto, magari sarei diventato campione ad interim, dopo aver definito il titolo ad interim qualcosa di inutile. Battere Gegard non mi avrebbe portato a nulla e se avessi perso avrei dovuto ricominciare tutto da capo. Era troppo rischioso.

mousasi
Gegard Mousasi. È stato campione dei massimi-leggeri in Strikeforce.

L'American Kickboxing Academy, team di Cormier, è stata nell'occhio del ciclone a causa delle critiche arrivate per i continui infortuni che infliggono i suoi atleti. Johnson però non ha speculato sull'argomento, preferendo ricordare come il team abbia sfornato grandi campioni.

Non so che dire, io non mi alleno lì. È successo quello che è successo. Hanno già due campioni e mirano a conquistare il terzo titolo con Khabib, quindi di sicuro fanno le cose per bene.

Riferendosi invece al proprio camp, Johnson si è rivelato amareggiato, vista l'intensità con cui avrebbe condotto gli allenamenti.

Questo è probabilmente il miglior camp che ho affrontato e sono nella miglior forma possibile. Mi sentivo alla grande, ma allo stesso tempo avevo la sensazione di stare spingendo il mio corpo al limite e lentamente mi stavo stancando. Volevo ascoltare il mio corpo che mi suggeriva di prendermi due giorni di pausa, ma non potevo permettermi quel tipo di pause.

'Rumble' ha poi asserito che comunque l'infortunio di Cormier non gli ha portato via troppe energie mentali.

Non mi preoccupo, mi sono fatto il c*lo allenandomi tutti i giorni e so per certo che UFC mi tratterà bene e mi darà ciò che mi merito.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.