Football Leaks, giudice censura l'inchiesta su Cristiano Ronaldo

Nel mirino ci sono le testate iberiche ma anche l'EIC, il pool di giornalisti europei che sta indagando sul caso. Rischiano fino a 5 anni di carcere, ma protestano: "È censura".

Immagine di Una pagina de El Mundo

112 condivisioni 0 commenti

di

Share

Incartamenti sono e incartamenti devono rimanere, almeno fino a nuovo ordine. Ha tuonato così il giudice spagnolo Arturo Zamarriego verso i media spagnoli e di tutta Europa. Tutti i dati, i profili e i casi dello scandalo Football Leaks sono stati ottenuti in maniera illegale. Un altolà che non è piaciuto e ha scatenato una polemica nella polemica.

Fermi tutti

L’ammonimento appare chiaro: evitate di pubblicare le informazioni sui clienti della società Senn Ferrero, che assiste personaggi del calibro di Cristiano Ronaldo, José Mourinho e Jorge Mendes. Il messaggio è rivolto all’EIC, l’European Investigative Collaborations, un gruppo formato da 12 testate giornalistiche che da nove mesi lavora nell'oscuro del calcio tra frodi fiscali e contratti poco chiari. 
L’ultima mail da parte di Zamarriego - riporta France Presse - è arrivata nella casella di posta del giornale tedesco Der Spiegel. I dati raccolti sono stati ottenuti illegalmente. Una goccia che ha fatto traboccare il vaso. L’EIC così non ci sta, lo ritiene un attacco senza precedenti alla libertà di espressione. Un portavoce della Mediapart, inclusa nel consorzio, ha riposto:
Questo è un ordine che mette in discussione l’indipendenza del sistema giudiziario spagnolo. Una censura che ricorda il dittatore Franco.
I giornalisti andranno avanti nel nome delle verità e per dovere di cronaca. Il giudice Zamarriego, che già qualche giorno fa aveva redarguito il diretto de El Mundo, minaccia sanzioni fino a 5 anni di carcere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.