I 20 gol più belli del Clasico: entriamo nella Top 5

La madre di tutte le partite: il Clasico con i suoi gol e protagonisti. Nelle prime posizioni le magie di Roberto Carlos, Ronaldinho, Messi e Baptista.

0 condivisioni 0 commenti

Share

5. Roberto Carlos, 26 febbraio 2000

Nella partita più importante di Spagna, il Real, allenato da Del Bosque, è a caccia della vittoria che manca da due giornate di campionato. Di fronte un Barcellona in fiducia. Aspettando i grandi attaccanti, sblocca il Clasico il giocatore ricordato da tutti per le sue meravigliose punizioni dalla distanza: Roberto Carlos. Il brasiliano apre le marcature dopo soli 5' con il suo marchio di fabbrica e contribuisce al 3-0 finale del Real. Le altre due reti sono ad opera di Anelka e Morientes. Quel gol che esaltò migliaia di tifosi blancos condannò il portiere del Barcellona, Francesc Arnau, investito da pesanti critiche nei giorni successivi. Una curiosità: quella sera, una giovane promessa della cantera del Real Madrid giocava il suo primo Clasico: il suo nome era Iker Casillas

4. Lionel Messi, 10 marzo 2007

Per tutti gli amanti del grande calcio, la sfida del marzo 2007 fu una tra le più emozionanti di sempre. Un Camp Nou stracolmo di tifosi si preparava ad ammirare un piccolo talentuoso genio con il numero 19 sulle spalle: Lionel Messi. Dopo un brutto infortunio che lo costrinse a stare fermo tre mesi, la "pulce" tornò titolare proprio nel Clasico e con i suoi tre gol, l'ultimo a pochi secondi dalla fine della partita, regalò ai blaugrana un punto fondamentale per sperare nella vittoria della Liga. Fu la serata che lo consacrò per sempre: la tripletta rifilata agli eterni rivali del Madrid gli consentì di entrare nella storia del Barcellona come il più giovane calciatore a segnare in un Clasico e uno dei pochi, insieme a Ivan Zamorano e Romario, a segnare tre gol nella madre di tutte le partite. Nonostante i 14 gol di Messi nelle ultime 11 gare di Liga, il Barcellona perse il titolo. Con gli stessi punti del Real (76), furono gli scontri diretti a condannare la squadra di Raijkaard.

3. Ronaldinho, 19 novembre 2007

Ronaldinho fu un altro campionissimo del Barcellona ad esaltarsi contro il Real Madrid, questa volta al Bernabeu. Fresco di Pallone d'Oro, il brasiliano realizzò, dopo il vantaggio di Samuel Eto'o, due gol praticamente in fotocopia, ma il secondo tagliò definitivamente le gambe alla squadra di Vanderlei Luxemburgo. Fu così strabiliante nelle sue giocate, eseguite con tecnica sopraffina e grande velocità, che tutti i tifosi del Real lo omaggiarono con una standing ovation. Il Barcellona vinse comodamente quel campionato, distaccando il Real Madrid di 12 punti e Ronaldinho fu anche eletto miglior giocatore della Champions League 2005-06.

2. Julio Baptista, 23 dicembre 2007

Nel dicembre 2007 è il Real a spuntarla grazie ad una splendida rete di Julio Baptista. La "bestia", dopo un bellissimo scambio con Van Nistelrooy, calcia di controbalzo: Victor Valdes è battuto. Il gol del brasiliano diede la vittoria al Real Madrid, ammutolendo così i 98 mila del Camp Nou. Baptista era tornato sotto la guida tecnica di Schuster dopo una stagione in prestito all'Arsenal, dove aveva collezionato 3 gol in 24 presenze. I pochi gol dell'attaccante (3) aiutarono comunque il Real a vincere il campionato con 85 punti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.