Verso il Clasico: quando Zidane e Luis Enrique li giocavano...

Gli attuali tecnici di Real Madrid e Barcellona, di Clasicos sul campo ne hanno già giocati molti. L'asturiano il più esperto, il francese a segno 3 volte in 5 anni.

Zidane e Luis Enrique

180 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ok, Luis Enrique e Zinedine Zidane in panchina si sono sfidati solamente due volte fino a questo momento, nella partita di ritorno della scorsa Liga (vinta 2-1 dalle merengues al Camp Nou) e nell'andata del campionato in corso (1-1 sempre al Campo Nou). A entrambi però non si può certo rimproverare che non conoscano il significato del Clasico.

Sia l’allenatore del Barcellona che quello del Real Madrid, infatti, nel loro passato da calciatori lo hanno già vissuto in tutte le salse, a volte togliendosi delle soddisfazioni memorabili, altre tornandosene a casa pieni di rabbia e delusione.

Luis Enrique

El hombre del Clásico

Luis Enrique è il più esperto dei due. Non solo da allenatore (con 5 clasicos già alle sue spalle contro i due di Zidane), ma anche da calciatore. La sfida tra Barcellona e Real Madrid è quella che per distacco ha giocato più volte in assoluto: 18 volte da giocatore blaugrana (che rendono le merengues la squadra più affrontata nella sua carriera), più altre 11 con la camiseta blanca.

A maglie invertite

Il primo derby di Spagna lo gioca il 18 ottobre 1991 proprio con la maglia del Real, a 21 anni appena compiuti, quando l’allora tecnico merengue Radomir Antic lo getta nella mischia a 15 minuti dalla fine al posto di Gheorghe Hagi. Da quel momento, nelle sue cinque stagioni a Madrid, dal 1991 al 1996, ne gioca altri 10, per un bilancio finale di 3 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte, con un solo gol segnato, il quarto nella vittoria per 5-0 del 7 gennaio 1995 al Bernabeu, quella della tripletta di Iván Zamorano nel giro di 34 minuti (dal 5’ al 39’), conclusa poi dal sigillo finale di Amavisca.

Con il Barcellona

È l’ultima vittoria del Lucho madridista. Nelle tre successive arrivano due sconfitte e un pareggio. Poi si trasferisce dall’altra parte della barricata, ci resta 8 stagioni e ne diventa una bandiera. Il primo Clásico da questa diversa prospettiva lo gioca il 7 dicembre del 1996 a Madrid e ne esce sconfitto 2-0, ma dopo neanche due mesi, il 30 gennaio 1997, trova la sua prima vittoria nel 3-2 del Camp Nou in Copa del Rey. Complessivamente gioca 18 volte contro il Real, con un bilancio di 8 vittorie, 7 pareggi, 3 sole sconfitte e 5 gol.

Man of the match

Il più bel ricordo della sua esperienza dei clásicos blaugrana risale al 14 febbraio del 1999. È la 22esima giornata di Liga, il palcoscenico è quello del Camp Nou e Luis Enrique annichilisce la sua ex squadra con una doppietta (la prima e unica di queste sfide) nel giro di 32 minuti: due colpi di testa, il primo gol al 4’ su cross di Kluivert, il secondo su assist delizioso di Pep Guardiola. Rivaldo poi chiude i conti nella ripresa con la rete del 3-0, ma questo resterà per tutti come il Clásico di Luis Enrique.

Zinédine Zidane

Debuttante assoluto

Quando il Real compra Zidane dalla Juventus nell’estate del 2001 per 150 miliardi di lire, il francese fino a quel momento non ha mai giocato nemmeno una partita contro il Barcellona. Per cui, dal momento che chiuderà la carriera nel 2006 a Madrid, tutte le partite contro i blaugrana della sua carriera sono dei clásicos. Dei 12 che si giocano nel corso delle sue cinque stagioni con la camiseta blanca, Zizou ne gioca 11 (nella sua carriera ha sfidato più volte solo Roma, Athletic Bilbao, Siviglia e Milan), con 4 vittorie, 4 pareggi, 3 sconfitte e 3 gol.

Esordio da sogno

Di queste tre reti al Barcellona, 2 ne segna già alla sua prima stagione alla Casablanca per un debutto da sogno. Il suo esordio arriva il 4 novembre del 2001, all’undicesima giornata di Liga: al Bernabeu finisce 2-0, reti di Morientes e Figo. Il suo personale momento d’oro, però, arriva qualche mese dopo, precisamente tra il 16 marzo e il 23 aprile 2002. La prima data è quella del gol nell’1-1 del Camp Nou in campionato, poi pareggiato da Xavi; la seconda è legata al Clásico della semifinale di andata di Champions League vinta 0-2 sul campo del Barcellona, ancora con una sua rete. Al ritorno finisce 1-1 a Madrid, con conseguente qualificazione al finale con il Bayer Leverkusen, decisa poi proprio da Zizou.

Primo gol al Bernabeu

Il suo terzo gol nei clásicos è anche l’unico al Santiago Bernabeu ed arriva nella stagione 2004/2005, alla 31esima giornata di Liga. La partita finisce 4-2 e Zidane si sblocca dopo appena 7 minuti con un colpo di testa in tuffo su cross di Ronaldo, il Fenomeno ovviamente, che segna poi il 2-0. Di Raúl e Owen le altre reti dei Blancos, che rendono vani i gol del Barcellona di Eto’o e Ronaldinho.

Sfide sul campo

Il francese e l'asturiano si sono incontrati nei clásicos solo in 5 occasioni e il bilancio è in perfetta parità: una vittoria a testa e tre pareggi, con Zidane in vantaggio per 2-1 dal punto di vista dei gol e una partita in particolare, quella del 19 aprile 2003, in cui la tensione della gara porta a un duro confronto in campo proprio tra loro due. Sono solo questi i precedenti tra i due, anche perché l’avventura di Zizou a Madrid comincia quando sta per esaurirsi quella di Luis Enrique a Barcellona. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.