Il Clásico a ogni latitudine: ecco quando si gioca in tutto il mondo

Dall'alzataccia della Polinesia Francese alla buonanotte della Nuova Zelanda: ecco tutti gli orari in cui oltre 600 milioni di telespettatori seguiranno la partita.

163 condivisioni 0 commenti

di

Share

Oltre 190 paesi collegati per uno share previsto di circa 600 milioni spettatori. El Clásico, in programma sabato 3 dicembre si giocherà alle 16.15 (esclusiva Fox Sports), orario scelto proprio per andare incontro a esigenze televisive su scala mondiale, come spiegato dal presidente della Liga Javier Tebas qualche settimana fa:

Le opzioni erano tre: a mezzogiorno, alle 16.15 e alle 17.30. La prima possibilità avrebbe scontentato il mercato americano perché troppo presto, l'ultima avrebbe reso infelice il popolo asiatico.

Barcellona-Real Madrid sarà vista in tutto il mondo, non è certo una novità. Ma con il passare degli anni continua ad aumentare progressivamente il pubblico che la guarderà in diretta

Il caso britannico

E questo nonostante il divieto di trasmissione che vige in Gran Bretagna dal 1960, secondo il quale non è possibile mandare in onda calcio estero dalle 14.15 alle 17.15. Visto che con il fuso orario lì la partita comincerebbe alle 15.15, va da sé che i britannici interessati dovranno trovare metodi alternativi per seguire la sfida tra Real Madrid e Barcellona, così come del resto hanno già dovuto fare negli ultimi due anni.

La sveglia all'alba

Non sarà un problema, le casse della Liga si riempiranno comunque di tanti bei soldoni derivanti dai diritti televisivi venduti in ogni parte del globo, da ovest a est. Gli abitanti della Polinesia Francese saranno quelli che avranno l’alzataccia peggiore, perché da loro la partita sarà trasmessa con un fuso orario di 10 ore indietro rispetto a quello spagnolo, quindi il loro Clásico si giocherà alle 6.15. Andrà un po’ meglio ai tanti statunitensi, gradualmente, a scalare dalla partita delle 7.15 della west coast a quella delle 11.15 della east coast.

Brunch con la MSN

Sguardo verso l’orologio alle 9.15 per gli aficionados costaricani del portiere delle Merengues Keylor Navas, alle 10.15 invece per i colombiani che sperano in un impiego di James Rodriguez. Avranno poi un’altra ora in più di tempo tutti i fan di Leo Messi o Javier Mascherano, perché il Clásico argentino ha il fischio d’inizio fissato per le 11.15. Televisioni accese alle 12.15, infine, per i brasiliani che vorranno seguire Neymar e Marcelo o i sostenitori uruguaiani di Luis Suárez.

BBC a merenda

Si attraversa l’Oceano Atlantico per trovare i fan di tutta la BBC. Un viaggio da 3 ore di fuso orario per arrivare nella patria di Cristiano Ronaldo, dove i portoghesi guarderanno la partita alle 15.15, con una sola ora d’anticipo, così come avrebbe potuto fare anche il Galles di Gareth Bale (comunque interessato nonostante l'infortunio dell'ex Tottenham) senza il divieto di cui sopra. I francesi che intenderanno seguire le sorti di Benzema e Zidane, invece, potranno vedere il Clásico così come gli spagnoli (e pure noi italiani ovviamente) alle 16.15. Stesso discorso per i fan tedeschi di Ter Stegen o quelli croati di Rakitic, Kovacic e Modric.

Aperitivo di lusso

Si continua a volare verso oriente, incontrando chi da Helsinki a Città del Capo, passando per Il Cairo, vedrà la sfida alle 17.15. Un’ora dopo, alle 19.15, toccherà poi ai ricchi e lussuosi mercati arabi sintonizzarsi per ammirare l’ultima sfida tra Cristiano Ronaldo e Messi prima dell’assegnazione del prossimo Pallone d’Oro.

Cenetta orientale

In programma un’ora e mezza dopo, invece, alle 21.45, il Clásico in versione indiana. Poi il mappamondo gira ancora: prima arriva la versione thailandese di Barcellona-Real Madrid delle 22.15, quella cinese delle 23.15 e infine la giapponese di mezzanotte e un quarto. Praticamente si parte con un assaggio di pollo tandoori, si prosegue  con riso thai, a seguire involtini primavera e sushi per concludere la cena.

Oceania della buonanotte

Ma non è ancora finita, perché a terminare questo immaginario giro del mondo in salsa spagnola, c’è il "nuovissimo continente", l’Oceania, che si affaccia addirittura sulla domenica. Si parte dal Clásico australiano delle 2.15 fino ad arrivare alle 4.15 dei neozelandesi. Gli All Blacks insomma dovranno fare le ore piccole se vorranno gustarsi Barcellona-Real Madrid. Un po’ assonnati, sì. Ma ne varrà certamente la pena.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.