Chapecoense, la buona notizia per Neto: "Potrà tornare a giocare"

A dare l'annuncio è il padre. E un artista brasiliano gli dedica un murales. Novità positive anche per Ruschel e Follmann, altri due sopravvissuti della tragedia aerea.

Neto, uno dei sei sopravvissuti nella tragedia aerea della Chapecoense

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel mare nero del dolore per la tragedia della Chapecoense, gli squarci di ottimismo e speranza assumono un valore ancora più importante. Helio Neto, uno dei sei sopravvissuti del disastro aereo dello scorso 28 novembre, potrà tornare a giocare a calcio. Una notizia straordinaria, che il padre Helam Marinho ha voluto condividere pubblicamente sul proprio profilo Facebook:

Vi informo con grande soddisfazione e felicità che mio figlio sta migliorando. L'hanno operato alla gamba e i medici sostengono che tornerà a giocare a calcio. Vi ringrazio per le preghiere e vi chiedo di continuare, ne abbiamo bisogno affinché torni con noi al più presto.

L'ultimo tra i sopravvissuti a essere localizzato e portato in salvo, il centrale classe '85 aveva riportato un trauma cranio-encefalico. Fortunatamente, già i primi esami avevano scongiurato la presenza di coaguli nel cervello. Ora la previsione ottimista dei medici, che offre la speranza ai familiari e ai tifosi di tutto il mondo di rivedere Neto in campo. Lo spera anche Paulo Consentino, artista brasiliano che ha realizzato un murales dedicato al difensore: "Força, Neto", recita la scritta posta sotto all'opera realizzata a Barcellona (città dove Consentino risiede attualmente).

Ai microfoni di GloboEsporte, lo street artist ha spiegato cosa l'abbia spinto in questa scelta:

L'idea di dipingere Neto è stata molto naturale. Ho voluto rendere omaggio al calcio, io sono un tifoso del Santos e Neto ha giocato in passato per la mia squadra. Appena ho saputo che era tra i sopravvissuti, ho ringraziato Dio e voluto inviare un messaggio di sostegno a lui, alla sua famiglia e ai tifosi della Chapecoense.

Il desiderio è ora quello di realizzare un altro murales per Cleber Santana, altro ex giocatore del Santos purtroppo deceduto nell'incidente aereo.

Alan Ruschel, difensore del Chapecoense sopravvissuto all'incidente aereo

Le buone notizie, per i sopravvissuti all'incidente che ha provocato la morte di 71 persone, non si limitano poi al solo Neto. Per Alan Ruschel, difensore classe '89, sono stati scongiurati danni permanenti alle gambe e il rischio di dover rimanere su una sedia a rotelle. Non perderà la gamba sinistra, infine, Jackson Follmann, il portiere classe '92 a cui è già stata amputata la parte inferiore della gamba. I medici della clinica in cui il ragazzo è ricoverato, la Fundacion San Vicente, ha reso come i miglioramenti siano tali da far sì che "l'amputazione non è più necessaria".

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.