Eurolega - EA7, c'è l'Unics: ecco il prossimo avversario dell'Olimpia

Il grande ex Langford, la voglia di riscattare tre sconfitte consecutive e la grande efficienza a rimbalzo d'attacco: scopriamo insieme i prossimi avversari dell'EA7.

L'esultanza dell'Unics Kazan

11 condivisioni 0 commenti

di

Share

Imparare dagli errori del passato per costruire il miglior futuro possibile, evitando di perdere chance importanti per strada nella corsa alla qualificazione per i playoff di Eurolega. Ora più che mai, per l’Olimpia Milano di Jasmin Repesa è arrivato il momento di alzare la voce, tornando a farsi sentire prepotentemente dopo due K.O. consecutivi: e l’occasione, quantomeno a livello climatico e di viaggio, non è certamente delle più comode. Due settimane di full immersion nel mondo russo: tra 8 giorni contro il CSKA al Forum, oggi contro l’Unics Kazan di coach Pashutin (diretta ore 17, con ampio prepartita dalle 16.30, su Fox Sports). Un avversario non certamente imbattibile, ma assolutamente ostico: scopriamone insieme roster, momento vissuto e tanto altro, nel nostro focus sulla prossima sfidante dell’EA7.

Il momento

Keith Langford
L'Unics sia aggrappa a Keith Langford per tentare di ritrovare il successo

Sul fondo della classifica di questa Eurolega insieme al Bamberg, a quota 2 vittorie e 7 sconfitte incassate dopo 9 giornate, l’Unics ha invece vissuto un avvio di stagione piuttosto positivo in VTB League: 7 vittorie ed una sola sconfitta (contro il Khimki) in 8 partite giocate, tallonando il CSKA primo ed ancora imbattuto. L’ultimo successo, risalente a domenica scorsa, è arrivato contro il Kalev: 104-91 finale con il neo arrivato Orlando Johnson e Quino Colom (23 e 21 punti) grandi protagonisti. In Eurolega, invece, Kazan arriva da 3 K.O. consecutivi, in gare in cui comunque la squadra di Pashutin ha dimostrato di poter tener testa ai propri avversari, cadendo solo nella seconda parte di gara contro Efes e Real ed andando vicinissimo al successo (dopo la rimonta ed il momentaneo +4 nel quarto periodo) sul Maccabi Tel-Aviv.

Il roster

Unics Kazan
Il quintetto Unics nella vittoriosa trasferta contro il Fenerbahçe

Dopo una stagione e mezza spesa in Eurocup, l’Unics ha fatto il suo ritorno in Eurolega con un gruppo non troppo diverso dal roster della passata stagione. Confermati tre elementi fondamentali come Colom, Williams e il grande ex di turno, Keith Langford, Kazan aveva puntato forte sull’ex Boston Celtics Coty Clarke per completare il trio di americani a disposizione di Pashutin: decisamente poco, tuttavia, il tempo per l’ala di Arkansas University di dimostrare il proprio valore, frenato da un infortunio ai legamenti del ginocchio dopo la gran prestazione contro il Bamberg (20, 7 rimbalzi e 24 di valutazione) e provvisoriamente sostituito da Orlando Johnson, guardia con discreta esperienza NBA tra Indiana, Phoenix e New Orleans. L’ultima, recentissima new entry porta invece il nome di Paul Stoll, esperto play messicano visto anche al PreOlimpico di Torino, a completare un gruppo che, rispetto alla passata stagione, si è privato solamente di un tiratore come Arturas Milaknis tra i propri “big”: con Langford palese punta di diamante del quintetto base, viaggiando a 23 punti di media in Eurolega, occhio anche alla forte tendenza nel giocare il pick n roll tra Colom e i due lunghi Williams e Parakhouski, capaci di comporre un perfetto mix tra esplosività e fisicità. Il blocco russo, dotato di notevole esperienza (da Ponkrashov a Voronov, passando per Panin), completa una squadra non profondissima ma comunque pericolosa, capace di rendere dura la vita a qualsiasi avversario.

La chiave

Latavious Williams
Latavious Williams, pericolo numero uno a rimbalzo

Oltre a rendere il più difficile possibile la gestione di ogni possesso nelle mani di Keith Langford, maestro nell'isolamento e nell'uno contro uno, l'Olimpia dovrà prestare particolare attenzione ad un aspetto su tutti, in cui l'Unics Kazan ha dimostrato di saper eccellere: la lotta spesso vinta a rimbalzo in attacco e, di conseguenza, la possibilità di ottenere tanti, nuovi possessi in più. Terza squadra di tutta la competizione per carambole offensive conquistate, con Latavious Williams pericolo numero uno, la squadra di Pashutin tenterà di imporsi nel pitturato: fondamentale, in questo senso, sarà avere il solito, solido McLean a battagliare sotto canestro insieme a Milan Macvan, perfetto anche nell'accoppiarsi difensivamente con Kaimakoglou vista la tendenza del greco a giocare spesso il pick n pop, sfruttando il proprio ottimo raggio di tiro. Repesa, per un'Olimpia che difensivamente sta dimostrando qualche progresso in più partita dopo partita, si aspetta anche una reazione importante da Miroslav Raduljica: con un cliente scomodo e dalla stazza imponente come Parakhouski (211 cm), servirà anche una presenza forte in area del centrone serbo per limitare ulteriori pericoli.

I precedenti

Antonis Fotsis
Antonis Fotsis, grande protagonista nel primo ed unico successo di Milano contro Kazan

Quello della 10° giornata di Eurolega 2016-17 sarà solamente il terzo precedente nella storia tra Unics Kazan ed Olimpia Milano: il bilancio è attualmente di una vittoria conquistata per parte, in due match giocati ad una settimana di distanza nel febbraio del 2012. In una partita a bassissimo punteggio e con percentuali disastrose, fu l'Unics di Domercant (16 punti) ad avere la meglio sull'Olimpia nel primo confronto (59-44): non troppo spettacolare nemmeno la gara del Forum, in cui i 16 di Fotsis trascinarono l'EA7 al 63-58 finale. Dal terzo confronto tra le due squadre alla Basket Hall di Kazan, dunque, ci si aspetta decisamente qualcosa in più: e nello scontro tra il 4° attacco dell'Eurolega (targato Olimpia) e il miglior marcatore della competizione (Langford), le premesse per un discreto spettacolo sembrano stavolta decisamente esistere.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.