Coppa di Lega, Arsenal eliminato. Wenger: "Meritiamo i fischi"

I Gunners, completamente rimaneggiati, perdono 0-2 in casa col Southampton che vola in semifinale. Puel: "Wenger è il mio maestro. Mi ha detto di andare a vincere la Coppa".

382 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'allievo supera il maestro, a volte accade. Come ieri sera all'Emirates dove il Southampton di Claude Puel ha battuto ed eliminato dalla Efl Cup (la Coppa di Lega) un Arsenal grigio come la palandrana del suo manager. Arsene Wenger e Puel sono stati per sette anni la mente e il braccio del Monaco: fra il 1987 e il 1994 il primo guidava la squadra dalla panchina, il secondo in mezzo al campo, insieme hanno vinto una Ligue1 e una Coppa di Francia.

La rosa del Monaco nel 1993. Wenger è alle spalle del portiere, mentre Puel è indicato dal cerchio

Non era certo la Coppa di Lega l'obiettivo della stagione dell'Arsenal, ma di sicuro ora Arsene ha un'ancora di salvataggio in meno se dovesse fallire la corsa alla Premier League - che per inciso non vince dal 2004 - o alla Champions League, oggettivamente molto più difficile. La semifinale contro il Liverpool era lì a un passo, ma Wenger non ha fatto nulla per prendersela, anzi. Praticamente ha schierato la seconda squadra, cambiando 10 undicesimi della formazione che era scesa in campo domenica nel vittorioso match contro il Bournemouth e quando l'unico superstite, Elneny, è uscito per problemi di stomaco, il manager francese avrà pensato a un segno del destino.

Troppa grazia, deve aver pensato Puel alla lettura delle formazioni, mettiamoli sotto prima che ci ripensino. Così i Saints, rimaneggiati sì ma con giudizio, hanno fatto la loro onesta partita, mettendo al sicuro il risultato già nel primo tempo con le reti Clasie e Bertrand, mentre i tardivi inserimenti di Xhaka e Oxlade-Chamberlaine nei Gunners non hanno più portato frutti: 0-2, Southampton in semifinale e pioggia di fischi dell'Emirates, più per Wenger e le sue scelte che per la squadra, che non perdeva da 19 partite.

Wenger assiste sconsolato alla sconfitta dei suoi

I fischi? Li abbiamo meritati perché non siamo riusciti a dare ai tifosi quello che vogliono e mi dispiace. Siamo stati deludenti, soprattutto nel primo tempo, dove loro sono stati molto più incisivi di noi.

Ha ammesso un Wenger sconsolato, che non vedeva l'ora di lasciare la sala stampa, mentre il suo ex allievo Puel si godeva il momento:

Abbiamo fatto una grande partita, sono molto soddisfatto. Wenger mi ha augurato di andare avanti e vincere questa coppa.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.