Charlton, il presidente invadente che spiega il 4-4-2 al suo allenatore

Negli ultimi giorni sono emerse delle lettere in cui il presidente belga - tra i più controversi della EFL - interferiva con il lavoro dell'ex tecnico Chris Powell.

Charlton, il presidente Duchatelet

49 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un presidente che spiega il 4-4-2 al proprio allenatore. Succede anche questo nel calcio inglese, più precisamente in Championship. Il patron del Charlton, Ronald Duchatelet, appena acquistato il club, ha iniziato a interferire con i piani del suo allenatore. Un episodio che risale all'inizio del 2014, quando alla guida degli Addicks c'era Chris Powell.

La mail della discordia

Dopo quasi tre anni, ecco le lettere spedite dal presidente belga all'ex tecnico, pubblicate dal portale 'Getting to Know the Network'. Come potete leggere, Duchatelet ha chiesto spiegazioni sul mancato impiego di Yohann Thuram, portiere di riserva arrivato in prestito dallo Standard Liegi. Una mail inviata a seguito della sconfitta per 3-0 contro il Doncaster, ma è solo il primo episodio.

Chris,
potresti spiegarmi perché non hai schierato Yohann Thuram nelle ultime due partite?

Ronald.

Ancor più sconcertante quella mandata due giorni dopo: ben 523 parole in cui il presidente del Charlton e magnate dell'elettronica, oltre a mettere in dubbio le capacità di Powell, si improvvisa esperto di tattica imbastendo una spiegazione semi coerente di come vorrebbe giocasse la sua squadra.

Prima di acquistare il Charlton Athletic, i nostri scout hanno analizzato i calciatori e il sistema di gioco. La conclusione è stata che la qualità del gruppo è sotto la media. Ecco perché la squadra in alcune occasioni ha giocato con un'organizzazione troppo difensiva, che non ha funzionati bene. Non appena si è tornati al 4-4-2, hanno notato che tutto andava meglio, anche la fase difensiva in base alla qualità individuali dei calciatori. Con questa consapevolezza, abbiamo comprato giocatori di qualità dallo Standard Liegi e dall'Ujpest. In futuro, acquisteremo solo calciatori di alta qualità. Il nostro scout conosce i nuovi giocatori meglio di te e ne ha analizzati anche altri nel dettaglio, mentre tu non avresti avuto il tempo per farlo.

Duchatelet è poi entrato nel dettaglio sia del modulo da utilizzare che nei giocatori da impiegare:

Dovremmo giocare con il 4-4-2 semplice quando si difende, mentre in fase offensiva dovrebbe diventare un 4-1-2-1-2. Uno dei centrocampisti si trasforma nel 'numero 10', mentre l'altro rimane a guardia della difesa. I due esterni invece supportano la manovra accentrandosi leggermente. Ovviamente, noi metteremmo Thuram in porta, centrali di difesa Wood e Morisson. Con Wiggins terzino sinistro e Nego terzino destro (fino a quando Solly è infortunato). I 4 in mezzo al campo dovrebbero essere Astrit, Cousins, Stephens ed Harriot, e noi preferiamo che sia Sordell a giocare vicino a Reza perché ha più qualità.

Non è difficile capire il motivo delle continue manifestazioni di dissenso messe in atto dai sostenitori del Charlton negli ultimi anni. Con una proprietà del genere è difficile andare d'accordo, sia per gli allenatori ma anche per i tifosi. Intanto la società, in merito a queste mail, si è trincerata dietro un secco 'no comment'. Solo una cosa è certa: Duchatelet si è dimostrato uno dei presidenti più controversi dell'EFL, ed è in 'buona' compagnia. Il nuovo allenatore degli Addicks, Karl Robinson (arrivato da una settimana) è avvisato: da quando è alla guida del club, il magnate belga ha cambiato nove allenatori. Non sarà un record, ma ci si avvicina molto. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.