Chapecoense, il Torino pensa a un'amichevole. Edmundo salvo per caso

Vicino nel dolore al club brasiliano, il Torino ha annunciato l'intento di organizzare un'amichevole. Edmundo, ora a Fox Sports Brasile: "Dovevo essere su quell'aereo".

Chapecoense

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Superga e Medellin, TorinoChapecoense, due club uniti nel dolore e nella memoria. Per questo il presidente granata Urbano Cairo ha annunciato che la vicinanza del Toro alla società di Chapecò lo ha portato a progettare un'amichevole, da tenersi significativamente allo stadio Grande Torino:

Sì, effettivamente ci abbiamo pensato da subito e ci stiamo mettendo all'opera. Pensiamo sia un buon modo per rendere omaggio alla Chapecoense.

Naturalmente l'incasso del match verrà interamente devoluto al club brasiliano e alle famiglie dei calciatori scomparsi nella tragedia colombiana. Un'azione concreta, insomma, che sicuramente non può cancellare il dramma, ma che può aiutare attraverso la condivisione del dolore e della memoria. E il Torino, che da 66 anni ricorda le proprie vittime salendo al colle di Superga il 4 maggio, frequenta e conosce molto bene entrambi.

Il Torino ricorda da 66 anni la tragedia aerea di Superga

Un'altra iniziativa di solidarietà verso la Chapecoense che arriva dall'Italia, dopo che lo stesso Toro aveva giocato il match di Coppa Italia contro il Pisa col lutto al braccio e dopo l'annuncio della Lega che nel prossimo turno della Serie A verrà rispettato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime.

Edmundo con la maglia della Fiorentina

Tragedia che ha sfiorato una vecchia conoscenza del nostro campionato. Edmundo, tre anni in Serie A fra Fiorentina e Napoli, che ora fa il commentatore per Fox Sports Brasile, ha rivelato che su quell'aereo avrebbe dovuto esserci anche lui:

Avrei dovuto seguire la squadra per commentare la trasferta, ma sono stato trattenuto da un imprevisto all'ultimo momento.

Sul sedile prenotato da Edmundo si è seduto il collega Mario Sergio - ex esterno di Botafogo e Palmeiras - uno dei 21 giornalisti scomparsi nel tragico schianto a 50 chilometri da Medellin.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.