"Quella dell'Atletico Nacional è demagogia": bufera sull'Huracan

Dall'Argentina rimbalzano le accuse sconcertanti del presidente dell'Huracan all'Atletico Nacional, che aveva richiesto di assegnare la coppa alla Chapecoense.

Il lutto dei tifosi della Chapecoense

331 condivisioni 0 commenti

di

Share

Poche cose uniscono come il lutto, la percezione dell'assenza nella morte, un'esperienza talmente universale da essere condivisa anche da alcuni dei mammiferi più complessi, come gli elefanti e gli scimpanzé. Ma, evidentemente, non dal presidente del club argentino dell'Huracan. Mentre il mondo dello sport non aveva ancora finito di asciugarsi le lacrime per la tragedia della Chapecoense, annientata insieme al suo sogno sulle montagne di Medellin, Alejandro Nadur ha alzato l'asticella del cattivo gusto prendendosela con l'Atletico Nacional, colpevole di aver chiesto l'assegnazione in memoriam della Copa Sudamericana all'avversario sconfitto dagli imponderabili ingranaggi del caso:

Ho le mie riserve personali sui dirigenti dell'Atletico Nacional, questo non è proprio il momento di fare della demagogia. Quella decisione spetta soltanto alla Conmebol, non c'è dubbio su questo. Non si può fare demagogia in un momento così

Il conduttore del programma Crack Deportivo non poteva credere alle sue coclee, per cui si è voluto assicurare che Nadur intendesse dire esattamente ciò che gli era uscito dalle fauci. Purtroppo sì:

Da come li conosco, sono sicuro che sia soltanto demagogia. Non era un argomento di cui parlare in questo momento, bisognava parlare solo del dolore dei familiari.

L'acredine del presidente Nadur risale evidentemente allo scorso mese di febbraio, quando il suo Huracan, di ritorno da una trasferta a Caracas in Copa Libertadores, rimase vittima di uno spaventoso incidente automobilistico: l'autobus che trasportava la squadra verso l'aeroporto si ribaltò, provocando il ferimento grave di Patricio Toranzo (che perse quattro dita del piede sinistro) e quello più lieve di un altro paio di persone. La sfida successiva avrebbe dovuto essere quella contro i colombiani, che tuttavia si rifiutarono di cambiare data, eliminarono l'Huracan e volarono a vincere la coppa. Sicuramente non il più fulgido esempio di sportività del secolo, siamo d'accordo, ma non riusciamo a vedere in che misura questo possa giustificare la sparata fuoritempo di Alejandro Nadur. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.