Mayweather e l'assegno da 100 milioni: "Guardate come sono ricco"

Il pugile fa il gradasso su Instagram: posta un assegno da otto zeri e commenta: "Voi dovete lavorare ancora, io sono ricco e felicemente in pensione".

Mayweather

513 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un pugile che ha vinto 49 incontri su 49 e si è aggiudicato la cintura in cinque categorie diverse può dire ciò che vuole. Ma stavolta, forse, Floyd Mayweather ha passato il segno. Nella boxe e nelle arti marziali miste le fanfaronate e le smargiassate fanno parte del gioco, al massimo ti danno del ganassa, ma poi tutto finisce lì.

Floyd, però, è andato oltre la solita spacconata. Evidentemente infastidito da qualche commento che deve essergli andato per traverso, ha postato su Instagram un assegno da 100 milioni di dollari, una parte della cifra vinta il 2 maggio 2015 contro Manny Pacquiao, nell'ultimo match della sua carriera, e l'ha accompagnato con una serie di commenti fra l'acido e l'inviperito, infischiandosene se la cosa poteva urtare la sensibilità dei tanti che una cifra del genere non riescono nemmeno a immaginarla:

Questo è solo uno dei miei molti assegni, un bell’assegnone da 100 milioni e ce l'ho ancora tutto, fino all’ultimo centesimo. Voi dovete ancora lavorare, mentre io sono felicemente in pensione. Alla fine della giornata mi interessano solo i bigliettoni, alla faccia di chi pensa che io non sia in grado di scrivere, di leggere o far di conto.

Mayweather nel match contro Pacquiao

Livore acido allo stadio puro, insomma, e non è finita lì:

Voi li chiamate orologi, io li chiamo preziosi. Voi le chiamate barche, io li chiamo yacht. Voi le chiamate case, io li chiamo castelli. Voi usate i charter, io possiedo jet.

Floyd non lo dice chiaramente, ma è molto probabile che tutta questa sparata-social sia rivolta a Conor McGregor e alle parole che sono volate fra i due nelle scorse settimane. Ora si attende la risposta dell'irlandese...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.