Liverpool, Woodburn batte Owen: è il più giovane marcatore di sempre

Con la rete segnata ieri sera in League Cup al Leeds, Ben, a 17 anni e 45 giorni, ha superato l'ex Pallone d'Oro che era il più giovane goleador dei Reds in gare ufficiali.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel secolo scorso i ragazzi del '99 erano l'ultima nidiata che le maggiori nazioni europee spedivano al fronte della Prima Guerra mondiale. Ora, per fortuna, i ragazzi del '99 hanno altro a cui pensare. Ben Woodburn, per esempio, ieri sera ha potuto occuparsi di affondare definitivamente i sogni del Leeds che per 77 minuti aveva accarezzato l'idea di violare il campo del Liverpool e passare i quarti di Coppa di Lega.

Dall'esordio al gol

Woodburn è nato nel Cheshire il 15 ottobre 1999, in Nazionale gioca nelle Under del Galles ma fa parte delle giovanili dei Reds da quando aveva 11 anni. Klopp lo teneva d'occhio già da un po' e, quando al 67' lo ha fatto alzare dalla panchina, Ben ha avuto un tuffo al cuore, ha chiuso gli occhi un breve attimo, ha assaporato il momento e ha sorriso: toccava a lui e voleva giocarsela fino in fondo la sua chance dopo che sabato aveva esordito in Premier League, entrando a un paio di minuti dalla fine contro il Sunderland.

E il ragazzo del '99 se l'è giocata davvero alla grande questa chance: all'81', quando ha ricevuto la palla da Wijnaldum, a Ben deve essere sembrato che qualcuno avesse schiacciato il tasto pause, che il tempo si fosse fermato. Lui era lì, col pallone fra i piedi, solo davanti al portiere, proprio sotto la Kop, la gloria a portata di mano, bastava toccarlo quel pallone, ma quanti calciatori più famosi di lui se li sono mangiati dei gol così? È stato un attimo, un clic su riavvia, giusto per aggiustare la posizione del corpo come gli ha insegnato il coach dell'Academy, e ha esploso il destro.

Ben Woodburn ha appena esploso il destro vincente

Battuto il record di Owen

Poi ha solo sentito il boato dello stadio e tutti i compagni che lo abbracciavano e lo sommergevano e, quando ha potuto rialzarsi, c'era il suo nome sul tabellone luminoso: 2-0, Divock Origi 77', Ben Woodburn 81', proprio lui, incredibile. Un gol da Guinness dei Reds quello di Ben, che magari non lo sapeva nemmeno, ora è lui il più giovane goleador del Liverpool in gare ufficiali: a 17 anni e 45 giorni ha battuto il record di un certo Michael Owen che aveva segnato la sua prima rete a 17 anni e 143 giorni.

Naturalmente è presto per dire se Ben sia un predestinato, ma certo il fatto di aver spodestato un Pallone d'Oro è un bel punto a suo favore. Klopp, dal canto suo, ci va coi piedi di piombo e cerca di abbassare i riflettori:

Gli ho detto che è stato bravo, ma che quel gol l'avrei segnato persino io. Scherzi a parte, noi sappiamo bene di che cosa è capace Ben e di che cosa sono capaci tutti gli altri nostri giovani e fa parte del mio lavoro aiutarli a migliorare sempre.

Klopp cerca di non creare troppe aspettative intorno a Woodburn

Da Gerrard a Woodburn, un segno del destino?

In tribuna, ad ammirare la prodezza di Woodburn, c'era anche Steven Gerrard che, chiusa nei giorni scorsi la carriera nei Los Angeles Galaxy, è subito tornato a vedere il Liverpool. Sabato ha assistito all'esordio di Ben in Premier e ieri al suo primo gol ufficiale. Non ditelo a Klopp, ma Steven ha segnato il suo primo gol con i Reds nel 1999, pochi giorni dopo la nascita di Ben: il tedesco non vuole sentir parlare di segni del destino.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.