Carlisle: fa tre gol, si ritrova la casa svaligiata e il profilo hackerato

È successo all'attaccante Charlie Wyke: approfittando dell'assenza dei genitori, che erano andati a vedere la sua partita, i ladri hanno portato via alcune cose.

L'attaccante ex Boro ora al Carlisle United

52 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo aver segnato sei gol in tre partite, la metà dei quali nella sfida contro il Mansfield di sabato scorso che ha permesso al Carlisle United di andare in testa alla League Two, il bomber Charlie Wyke era convinto che nulla avrebbe potuto rovinare la sua settimana calcisticamente perfetta. Almeno fino a quando mamma Denise e papà Ged non sono rientrati nella loro casa di Middlesbrough, dove vive anche il 23enne attaccante, e hanno scoperto che l'abitazione era stata svaligiata durante la loro assenza per la partita. Stando al racconto dello stesso Wyke al Gazette, inizialmente i genitori non si sono accorti di nulla e così pure il fratellino minore dell'attaccante ex Boro, Matty, che oltretutto era in casa al momento del furto.

È stato solo quando mio padre è andato a vedere se il deposito degli attrezzi era aperto che ha capito che c'era qualcosa di strano - ha spiegato infatti Charlie - perché ha notato una bottiglia di whisky rotta vicino alla porta sul retro.

Un ulteriore controllo ed è venuto fuori che da casa mancavano le chiavi, una borsa e il furgoncino da lavoro di Ged (fa l'idraulico), mentre l'indomani Wyke si è accorto che era sparito anche altro.

Quando mi sono alzato per giocare a Call of Duty, mio padre è rientrato in casa dicendomi di aver trovato un sacco di giochi della Playstation abbandonati all'esterno. Ed è stato a quel punto che ho realizzato che mi avevano rubato anche la Playstation.

GazetteLIve

Il van del signor Ged è stato poi ritrovato schiantato contro ad un muro (e senza gli arnesi da lavoro), mentre la borsa della signora Denise è stata rinvenuta da un vicino poco distante l'abitazione.

Ero al settimo cielo dopo la settimana che avevo avuto, coronata dalla tripletta, dal titolo di Man of the Match e dal primo posto in classifica - ha ammesso ancora il giocatore del Carlisle United - poi torno a casa e trovo questo..... Non è una bella sensazione pensare che qualcuno ha rovistato fra le tue cose.

E visto che, quando vuole, la sfortuna ci vede benissimo, oltre alla casa svaligiata Wyke si è pure ritrovato col profilo Twitter hackerato.

Questa era davvero l'ultima cosa di cui avevo bisogno - ha concluso l'attaccante - ma per fortuna il club e il mio agente sono riusciti a risolvere la cosa. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.