Bayern Monaco-Bayer Leverkusen 2-1: i bomber latitano, ci pensa Hummels

I bavaresi tornano al successo in Bundesliga dopo quasi un mese. All'Allianz Arena segnano Thiago Alcantara e Hummels, nel mezzo il gol di Çalhanoğlu.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Era sotto pressione per la prima volta, il Bayern Monaco di Ancelotti. Mai nella sua fin qui breve esperienza tedesca, il tecnico italiano si era ritrovato ad affrontare una partita simile, una giornata di Bundesliga mascherata da finale. Inevitabile dopo la sconfitta col Borussia Dortmund e quella clamorosa in Champions League contro il Rostov. Da quella pressione i bavaresi non si sono fatti schiacciare, seppur con immensa fatica. All'Allianz Arena contro il Bayer Leverkusen finisce 2-1, Thiago Alcantara e Hummels piegano la squadra di Schmdit che era riuscita a pareggiare e che nel finale si vede negare un clamoroso rigore per un tocco di mano di Javi Martinez. 

Panchina d'Oro

Il minuto di silenzio per ricordare Adolf Kunstwadl, ex capitano del Bayern Monaco, precede il fischio d'inizio. La commozione lascia subito spazio allo spavento dei bavaresi, che per due volte trattengono il fiato sulle conclusioni di Mehmedi. Neuer si limita a osservare il pallone che si perde sul fondo. Non c'è Boateng in campo, e neanche in panchina. Dove invece siedono 134,5 milioni di euro: Rafinha (5,5), Renato Sanches (35), Vidal (45) e Robben (24).

Timori

Si nota subito che il Bayern non è sereno. Sa che non può commettere passi falsi, è contratto e non riesce a far sua la partita. Al contrario del Leverkusen, che al nono posto in classifica non se la passa sicuramente meglio. Ma la squadra di Schmidt convince e dà l'impressione di poter far male ai padroni di casa. Puntualmente però la logica non trova spazio sul prato verde, e quando scocca il 30' il Bayern trova il gol con Thiago Alcantara. Kimmich tocca intelligentemente dietro per Lahm, il destro del capitano è respinto da Leno. La palla s'impenna, il più veloce è l'ex Barça che di testa firma l'1-0. Il gol non rallenta la spinta del Bayer, passano appena cinque minuti e Çalhanoğlu trova il pareggio. Uno-due con Brandt e piattone mancino sotto la traversa, i fischi dell'Allianz Arena accompagnano le squadre negli spogliatoi. 

Ci pensa Hummels

La reazione tanto attesa del Bayern arriva a inizio ripresa, ma non da chi ci si aspetterebbe. Müller continua a non vedere la porta (quando viene sostituito da Robben al 65' sono più di 800 i minuti di digiuno), Lewandowski latita in zona gol: ci pensa un difensore a far sorridere Ancelotti. Il calcio d'angolo di Kimmich al 56' è forte e tagliato, nel mucchio sbuca Hummels che batte Leno e segna il primo gol in gare ufficiali col Bayern. La partita s'addormenta, Çalhanoğlu si vede murato un tiro da fuori area e i padroni di casa sprecano un contropiede dopo l'altro. Nel finale l'occasione clamorosa del 2-2 per il Bayer. Tah lancia Volland che salta Neuer con un pallonetto e sul più bello viene contrastato da Javi Martinez. La palla finisce sull'esterno della rete, è un salvataggio miracoloso. Ma nessuno si accorge che lo spagnolo evita il pareggio con la mano. Il Bayern torna a vincere dopo quasi un mese in Bundesliga (l'ultimo successo il 29 ottobre contro l'Augsburg), sale a quota 27 punti e si riporta a -3 dal Lipsia capolista. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.