Liga, Real Madrid-Sporting Gijon 2-1: decide la doppietta di Ronaldo

Vincendo a fatica il Real di Zidane, che lascia il Bernabeu tra i fischi del pubblico: adesso sono sette i punti di vantaggio sul Barcellona. E sabato prossimo c'è il Clasico.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Sette giorni al Clasico. Il Real Madrid batte lo Sporting Gijon e allunga a 31 la striscia di partite di fila senza sconfitta, ma che sofferenza. Decide la doppietta di Cristiano Ronaldo dopo appena venti minuti, ma i padroni di casa si spengono e lo Sporting Gijon torna in partita. Il rimpianto dei ragazzi di Abelardo è tutto nel rigore sbagliato da Cop a 10 minuti dalla fine. I Merengues volano a +7 sul Barcellona, che domani se la vedrà con la Real Sociedad. Zidane tira un sospiro di sollievo, adesso la palla passa a Luis Enrique

Primo tempo

Apparentemente una partita senza storia. Ancor di più dopo il calcio di rigore segnato da Ronaldo dopo appena tre minuti. Bravo Lucas Vazquez - che sostituisce l'infortunato Bale - a trovare un contatto in area di rigore. Dal dischetto ci pensa CR7 a fare 1-0. Al Bernabeu diluvia e il portoghese si fa scivolare l'occasione del raddoppio.

Niente paura. Lui sbaglia una volta - forse -, non la seconda: cross perfetto di Nacho, Cristiano si stacca dalla marcatura (superficiale) di Amorebieta e in tuffo mette due gol di scarto tra Real e Sporting. Quinto gol in una settimana, rete numero sette nelle ultime quattro partite se si considera anche la Nazionale.

Tutto facile, anche troppo. La traversa colpita da Ramos in rovesciata è solo l'ennesima dimostrazione di superiorità. Ma la squadra di Zidane smette di giocare, consentendo agli ospiti di ritrovare la fiducia per affacciarsi dalle parti di Keylor Navas. E a 10 minuti dalla fine del primo tempo, Carmona trova il tocco che riapre il match: anticipo perfetto su Kovacic e palla all'angolino. Il primo tempo si chiude sul 2-1 per i Blancos.

Secondo tempo

Il Real Madrid torna in campo con lo stesso atteggiamento che lo ha contraddistinto negli ultimi minuti della prima frazione. E dalle tribune del Bernabeu iniziano ad arrivare i fischi: i tifosi di casa fanno sentire il loro dissenso.

Eppure i galacticos hanno la chance giusta per il 3-1, ma la schiacciata di testa di Benzema è troppo centrale, con Diego Marino che blocca in due tempi. Brutta prestazione per il centravanti francese, che oggi ha l'occasione di dimostrare il suo peso specifico in assenza di Morata.

A venti minuti dal termine Zizuo opta per il doppio cambio: fuori Sergio Ramos e James Rodriguez, dentro Asenjo e Marcelo, con Nacho che scala al centro della difesa vicino a Pepe. Tra una settimana c'è il Clasico, il tecnico del Real non si può permettere di perdere altre pedine.

La svolta del match potrebbe arrivare al numero 78', calcio di rigore per lo Sporting Gijon: fallo ingenuo di Nacho, impossibile non fischiare per Hernandez. Dagli undici metri si presenta Cop. L'attaccante croato apre il piatto, spiazza Navas, ma il pallone finisce alto sopra la traversa. Si dispera Abelardo in panchina, e ci mancherebbe altro.

Lo Sporting Gijon non ha più la forza per mettere paura al Real Madrid, che scappa in classifica. Quinta vittoria consecutiva in Liga, domani tocca al Barça. Sarà una settimana molto intensa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.