Aquile battono Vespe: Eintracht da urlo, Borussia Dortmund a terra

Alla Commerzbank Arena succede tutto nella ripresa: a Huszti risponde Aubameyang, prima del gol partita di Seferovic. Eintracht a 24 punti, Borussia a -9 dalla vetta.

259 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le Vespe nerogialle si arrendono alle Aquile rosso-nero-bianche. È la dura legge della natura, quella che decide il tiratissimo match della Commerzbank Arena. L'Eintracht Francoforte supera 2-1 il Borussia Dortmund e aggancia momentaneamente il Bayern Monaco secondo a quota 24 punti: miglior partenza per le Adler dalla stagione 1992/93. La formazione di Tuchel raccoglie invece la terza sconfitta esterna in Bundesliga e abbandona il terzo posto: ora i punti di distacco dal Lipsia capolista sono nove.

Più Borussia ma senza risultati

Le Aquile di Kovac hanno un obiettivo. Sì, staccare il Borussia in classifica, certo. Ma anche far divertire un certo Jay-Jay Okocha. La leggenda nigeriana, quattro anni a Francoforte per lui tra il 1992 e il '96, si è gustato il match dalla tribuna della Commerzbank Arena. Nel primo tempo però ha ammirato più che altro le folate offensive degli ospiti nerogialli.

Due conclusioni di Schürrle nei primi venti minuti, innanzitutto, ma ancora di più il gol da mille e una notte che Aubameyang ha rischiato di segnare alla mezz'ora: controllo in area, sombrero su Abraham e tocco al volo a spingere il pallone fuori di pochissimo. "Ok, bravi quelli del Borussia, ma noi quando combiniamo qualcosa?", avrà pensato Okocha. Huszti e Meier sembrano ricevere telepaticamente il messaggio e sfiorano il vantaggio a dieci minuti dalla fine del primo tempo: parato il tentativo dell'ungherese, di poco a lato il piattone ravvicinato del numero 14.

Secondo tempo da montagne russe

E chissà che il nostro Okocha non si sia perso il gol dell'Eintracht, mentre rientrava dal buffet dell'intervallo. Già, perché le Adler battono il calcio d'inizio e passano subito in vantaggio: filtrante di Fabian sulla destra per Chandler, cross basso in area per l'accorrente Huszti e piatto al volo sotto la traversa. Per il 33enne ungherese è la quinta rete in carriera contro il Dortmund, sua vittima preferita in Bundesliga.

La doccia per le Vespe è ghiacciata, bisogna cambiare qualcosa. Per Tuchel quel "qualcosa" significa tre sostituzioni in blocco: fuori Schürrle, Ramos e Weigl, dentro Reus, Dembelé e Reus. E siamo solo al 58'. Il Borussia sembra dare cenni di ripresa, guidata da un ritrovato Reus: dopo l'esordio stagionale in Champions League contro il Legia Varsavia, arriva anche il ritorno in Bundesliga (l'ultima risaliva ormai allo scorso 14 maggio). È il classe '89 a imbeccare in area al 64' Aubameyang, ma il gabonese in slalom sbatte contro Hradecky. Ma è passata la mezz'ora che il match esplode definitivamente.

Inizia il subentrato Seferovic al 76', sfiorando il raddoppio dell'Eintracht da posizione favorevolissima. Un minuto dopo è il Borussia a festeggiare: la discesa di Dembelé sulla destra è incontenibile, l'incornata di Aubameyang è imparabile. È il 13° centro per Pierre-Emerick, capocannoniere assoluto della Bundesliga (+1 su Modeste). Partita rimessa in carreggiata per gli Schwarzgelben? Per nulla. Non trascorrono neanche due minuti e i padroni di casa trovano subito il nuovo vantaggio: Huszti veste i panni di assistman e serve Seferovic, che stavolta di piattone non sbaglia. È la rete che fissa il risultato sul 2-1: in pieno recupero Dembelé spedisce il suo tiro a giro sulla traversa. Per la gioia di Okocha. Il Borussia, dal canto suo, si lecca le ferite e abbandona momentaneamente il podio della Bundesliga, a meno 9 punti dal Lipsia capolista.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.