Liga, l'Eibar pensa in grande: Inui è imprendibile, 3-1 al Real Betis

La squadra di Mendilibar vince nell'anticipo e si porta provvisoriamente a pari punti dell'Atlético Madrid: grande prestazione del giapponese, migliore in campo

71 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'Eibar vuole continuare a sognare e nell'anticipo della tredicesima giornata di Liga si impone 3-1 sul Real Betis, agganciando momentaneamente l'Atletico Madrid al sesto posto in classifica. Mattatore dell'incontro è il giapponese Takashi Inui, migliore in campo nonostante non sia finito nel tabellino dei marcatori: l'ex Eintracht Francoforte ha infatti provocato l'espulsione di Piccini già al 17' - sulla conseguente punizione è arrivato l'1-0 di di Pedro León - e servito l'assist del 2-0 a Sergi Enrich. La rete degli ospiti di Rubén Castro a 6 minuti dal termine è stata solo un fuoco di paglia, perché al 90' Kike Garcia ha reso ancora più tonda la vittoria della squadra allenata da Jose Luis Mendilibar.

Primo tempo

Inui è una spina nel fianco costante per la difesa del Real Betis, in estrema difficoltà e incapace di fermarlo. Dopo l'ennesima progressione del giapponese, Piccini lo atterra al limite dell'area facendosi espellere e lasciando i suoi in inferiorità numerica già al 17'. Oltre al danno, la beffa: sullo stesso calcio di punizione Pedro León calcia in modo magistrale festeggiando nel migliore dei modi i 30 anni compiuti il giorno prima. Ma la gran serata di Inui non è ancora finita, perché il nipponico sembra arrivato direttamente dai cartoni di Holly e Benji rivelandosi sempre imprendibile. Quattro minuti dopo il primo gol, ecco quindi il raddoppio ancora grazie a una sua iniziativa, conclusa con l'assist perfetto per Bruno che sigla il 2-0. È il gol che chiude virtualmente la partita, perché da quel momento il Real Betis decide di pensare a evitare l'imbarcata, come confermato dalla sostituzione al 28' di Víctor Sanchez che toglie dal campo il capitano Joaquin per fare spazio ad Alvaro Cejudo.

Secondo tempo

Nel secondo tempo l'Eibar di dedica più che altro ad amministrare la gara e solo a metà della ripresa, dopo aver ripreso le misure del campo nonostante l'inferiorità numerica, il Real Betis accenna una reazione, con un tiro da fuori area al 74' di Dani Ceballos bloccato però da Asier Riesgo. All'82', poi, Inui ha l'occasione per trovare il meritatissimo primo gol in questo campionato, ma sul suo destro da posizione ravvicinata Adán compie il miracolo. Dall'azione del possibile 3-0 si passa poi al gol del 2-1, con Ruben Castro che ruba palla a Lejeune e riesce a battere il portiere, interrompendo un digiuno di gol lungo 9 partite. Quando sembra che il Real Betis possa tentare il tutto per tutto per trovare un pareggio, ecco la doccia fredda con il gol del 3-1 di Kike Garcia, un tap-in di testa impossibile da sbagliare.

La classifica di Liga

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.