Bayern Monaco, Boateng allarmato: "Siamo spaccati". E si fa pure male

Il difensore bavarese è preoccupato per la situazione della squadra dopo due sconfitte di fila. Rummenigge però lo riprende: "Tornasse con i piedi per terra".

836 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un'umiliazione. La sconfitta rimediata a Rostov dal Bayern Monaco nella quinta giornata della Champions League fa arrabbiare giocatori e dirigenti del club bavarese. Nei tre anni in cui alla guida c'era Guardiola, il Bayern aveva superato il girone sempre da capolista. Già questo mette in difficoltà Carlo Ancelotti. Poi le dure accuse di Jerome Boateng:

La squadra è spaccata.

No, il Bayern non sta vivendo un momento facile.

Vota anche tu!

Ancelotti riuscirà a tirare il Bayern fuori dalla crisi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Problemi

Ieri i bavaresi hanno perso per la prima volta nella storia contro una squadra russa. Erano sempre stati troppo forti. Lo sono teoricamente anche ora, come dimostra il 5-0 con cui avevano vinto all’andata. Segno evidente che qualcosa non va. Boateng ha detto qualcosa di scomodo, ma non è affatto detto sia falso. Questo anche perché la reazione di Rummenigge è stata particolarmente violenta:

Jerome deve calmarsi. Dall'estate si è agitato un po' troppo. Sarebbe positivo per lui e per la squadra se tornasse un po' 'Back to the earth'. 

Fra GQ e premi di vario tipo Boateng ultimamente sembra più una popstar che un leader. In estate è anche andato a far visita ad un famoso rapper in America. E ieri è uscito anzitempo per un problema muscolare. Il terzo del 2016. Da gennaio è rimasto fuori fino a maggio, poi si è fatto male a inizio luglio nella semifinale dell’Europeo, tornando a disposizione a metà settembre, e ora un nuovo infortunio. Sono troppi. Qualcosa non va.

Crisi

Non è però solo Boateng il problema. Lewandowski non segna più, Müller in questa stagione non si è proprio mai sbloccato, e delle cinque partite nelle quali il Bayern è andato sotto ne ha vinta solo una (con l’Ingolstadt penultimo) perdendone tre (Dortmund, Atletico e Rostov), strappando il pareggio (su autogol) solo all’Hoffenheim. La squadra non reagisce. E qui entra in causa anche Ancelotti, che non sta riuscendo a dare la scossa. In molti in Germania sono convinti che il Bayern sia completamente fuori forma. Ancelotti avrebbe sbagliato la preparazione. E c’è perfino chi inizia a pensare che non sia l’allenatore giusto per il Bayern. Per questo per i bavaresi la sconfitta col Rostov è grave. È un’umiliazione. Peggio: è l’evidenza di un problema.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.