MLS, Montreal-Toronto: l'area di rigore è troppo piccola

All'Olympic Stadium di Montreal la finale della Eastern Conference è iniziata con 40 minuti di ritardo perché l'area di rigore era troppo stretta. Gli addetti ne hanno pitturata una nuova.

Finale MLS

230 condivisioni 0 commenti

di

Share

La MLS si conferma campionato imprevedibile e divertente. Oltre al tentativo da parte degli americani di spettacolarizzare al massimo ogni evento, anche gli strani imprevisti rendono la MLS una competizione diversa dalle altre. Anche la finale tra Montreal Impact e Toronto ha seguito questa logica ed è iniziata con quaranta minuti di ritardo per consentire agli addetti ai lavori di modificare l'area di rigore troppo stretta, colorando il campo con delle bombolette spray.

Ben quattro metri di differenza tra l'area di rigore dell'Olympic Stadium di Montreal e le dimensioni indicate dal regolamento. 61 mila spettatori ad assistere alle operazioni dei tecnici che coprono con una bomboletta le linee sbagliate e ne disegnano nuove. 

Presidente del Montreal Impact
Joey Saputo proprietario del Montreal Impact

Non ci sono scuse che tengano, è colpa nostra, ci assumiamo la responsabilità

ha dichiarato Joey Saputo, proprietario del Montreal e del Bologna. L'americano ci ha messo la faccia, non menzionando il fatto che in quel campo si è regolarmente giocato per tutta la stagione senza che niente e nessuno si accorgesse delle dimensioni errate.

Attaccante Montreal
Matteo Mancosu attaccante del Montreal Impact

Il derby della 401 - così chiamato per il numero dell'autostrada che collega le due città - tra Montreal e Toronto che rappresentava la finale d'andata della East Conference della MLS ha visto trionfare i padroni di casa con uno spettacolare 3-2. Montreal travolgente grazie alle reti di Oduro, Mancosu preferito a Drogba, e al gol di Oyongo, si fa rimontare due gol dagli ospiti che portano la firma di Altidore e Bradley rendendo la finale in programma mercoledì prossimo molto interessante e, come al solito, imprevedibile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.