UFC, Maia: "Posso battere sia Woodley che Thompson. Cerrone? Aspettiamo"

Non è ancora del tutto smaltita la delusione provata da Demian Maia, il quale ha visto sfumare per l'ennesima volta una title shot. Quale destino per il brasiliano?

Maia UFC

48 condivisioni 0 commenti

di

Share

Demian Maia dovrà aspettare ancora prima di raggiungere la tanto agognata title shot. A seguito del pareggio occorso tra Tyron Woodley e Stephen Thompson a UFC 205, il forte grappler brasiliano è infatti stato "declassato" al ruolo di spettatore in quella che sarà l'ormai certa rivincita tra i due.

La disapprovazione provata da Maia non può che rasentare quella di chi, forte delle proprie sei vittorie consecutive, si vede defraudato di un'opportunità titolata conquistata, ma a conti fatti soltanto rimandata, visto l'incredibile esito occorso in quel di New York, nella splendida cornice del Madison Square Garden.

Forte è lo sconforto subentrato nell'animo dell'ex title contender dei pesi medi, il quale ai microfoni di MMA Hour ammette con fermezza di non considerare attualmente qualsivoglia tipo di match, in attesa di ricevere certezze relative all'incontro per la cintura promessogli dai vertici UFC.

Sia io che il mio manager Eduardo Alonso abbiamo ormai somatizzato il brutto scenario creatosi. Personalmente, non pensavo concedessero il rematch, al contrario di Edu, il quale mi ha da subito detto: "Ci sono buone possibilità che lo facciano, essendo finita in pareggio".

Aveva ragione lui. Non ho ben capito cosa stia accadendo adesso: Dana aveva lasciato intendere che fossi il prossimo, dandomi la possibilità di aspettare, oppure di disputare un altro match. Mi hanno prospettato un incontro con Robbie Lawler, mentre Donald Cerrone ha già manifestato la propria disponibilità nell'affrontarmi. Aspettiamo dapprima di vedere se il rematch si farà, e soltanto allora potremmo pensare ad un nuovo eventuale combattimento.

Se proprio dovrò scendere nell'ottagono però, voglio farlo nella stessa card che vedrà Woodley vs Thompson 2, in modo tale da esser pronto a raccogliere il testimone in caso di infortunio da parte di uno dei due. Sono convinto di poter battere entrambi i prossimi contendenti al titolo, così come tutti gli altri atleti della divisione. Ho visto delle lacune importanti sia nei gameplan di Woodley che in quelli di Thompson. Dove? Non importa. Voglio soltanto avere la chance, me la merito. 

Maia vs ConditCopyright: thesun.co.uk
Demian Maia sottomette l'ex contendente al titolo Carlos Condit in occasione di UFC on FOX 21.

Probabile dunque, che alla luce dei fatti attuali il submission artist carioca decida di accettare un altro match, onde evitare stop che ne potrebbero minare l'attuale stato di forma. La domanda è: chi tra Robbie Lawler e Donald Cerrone - il quale, va ricordato, sarà impegnato il prossimo 10 dicembre contro Matt Brown a UFC 206 - affronterà l'attuale numero 3 nei ranking pesi welter? I mesi che verranno ci forniranno una risposta più chiara, nell'attesa di scoprire anche quando verrà schedulata l'ormai ufficiale rivincita tra il campione di categoria Tyron Woodley e lo sfidante Stephen Thompson.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.