Infantino: "Sarà il Mondiale migliore di sempre. Moviola? Perché no"

Il Presidente della FIFA apre alla possibilità di avere il supporto tecnologico per i direttori di gara già a partire dai campionati del mondo del 2018 in Russia.

Il Presidente della FIFA Gianni Infantino apre alla moviola in campo

70 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Quando è stato eletto come nuovo presidente della FIFA, Gianni Infantino ha portato con sé la speranza che il calcio potesse realmente adeguarsi ai tempi, abbandonando l'immobilismo cronico che si era ormai radicato nella precedente gestione. Lo sta dimostrando con i fatti, a partire dalla sostanziosa riduzione del suo compensocome spiegato nella sua lunga intervista rilasciata a Le Parisien:

Io guadagno 1,5 milioni di franchi svizzeri (l'equivalente di 1,4 milioni di euro, ndr). È uno stipendio molto importante, certo. Ma è quattro volte meno rispetto al mio predecessore.

Mondiale a 48

A parte i temi economici, il suo mandato si caratterizza soprattutto per la ricerca nel portare idee nuove. Alcune di queste, come la possibilità di portare il Mondiale a 48 squadre, sta creando anche qualche polemica:

La Coppa del Mondo non è solamente un evento sportivo. È qualcosa di enorme a livello sociale. Il compito della FIFA deve essere lo sviluppo del calcio. Non c'è niente di più forte che la qualificazione per un Mondiale, entusiasma un paese per 6 mesi.

Proprio in virtù delle considerazioni precedenti, Infantino intende allargare il numero di partecipanti:

Se si aumenta il numero dei partecipanti si arriverà a sviluppare il calcio in più paesi. Mi è stato detto che la qualità ne risentirà: ricordo però che nel 2014 Italia e Inghilterra sono state eliminate dal Costa Rica.

La formula

Qualche vantaggio alle "big" sarebbe comunque garantito nella visione del numero uno della FIFA:

Le top 16 sono già sicure di disputare la fase a gironi. Ne restano 32. Queste si scontrerebbero tra di loro in gara secca, da giocare nel Paese organizzatore poco prima dell'inizio del Mondiale.

Qualcosa di simile ai normali playoff, insomma, con la sola variante della tempistica:

La differenza è che se queste partite si giocassero a novembre, l'eliminazione sarebbe deprimente. Spostandole, invece, ci sarà l'euforia per il Mondiale imminente. Con questo nuovo principio, Ucraina e Francia avrebbero giocato l'una contro l'altra a giugno in Brasile.

Moviola in campo

La formula e il numero di partecipanti non saranno le uniche novità di quello che Infantino vuole rendere il "Mondiale migliore della storia". Tra le varie possibilità, infatti, c'è anche l'introduzione della moviola in campo, anche se c'è ancora da studiarne modi e tempi di utilizzo:

Sì, perché no? Oggi, ci sono sistemi GPS estremamente sofisticati. Potrebbe aiutare. Potremmo anche decidere di applicare il fuorigioco solo negli ultimi 16 metri. Nella FIFA lavoro con due leggende come Marco Van Basten e Zvonimir Boban, sono pieni di idee.

Il tema della moviola in campo viene poi approfondito ulteriormente e il presidente della FIFA non nasconde i suoi dubbi iniziali:

Ero abbastanza scettico, avevo paura che la tecnologia video incidesse sul regolare flusso del gioco. Ma durante i test mi sono reso conto che non è così. Avremo due anni per lavorare e nel marzo 2018 si deciderà. Spero proprio che sia tutto pronto per il Mondiale.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.