Helsingborg retrocesso, il figlio di Larsson minacciato dagli ultras

Dopo la sconfitta interna contro l'Halmstad che è valsa la retrocessione, i tifosi hanno scaricato la loro rabbia sul figlio dell'allenatore aggredendolo fisicamente.

L'aggressione degli ultras dell'Helsingborg a Jordan Larsson

324 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un pomeriggio da dimenticare per Henrik Larsson. L'ex attaccante di Celtic e Barcellona, oggi allenatore dell'Helsingborg, ha visto la sua squadra perdere contro i rivali dell'Halmstad nella sfida di ritorno valida per i playout della massima divisione svedese. Una sconfitta dolorosissima che gli è costata la prima retrocessione in carriera. Come se non bastasse suo figlio, giocatore dell'Helsingborg, è stato aggredito dai tifosi, infuriati per il risultato appena maturato in campo. 

Il tutto è accaduto in pochi istanti: il triplice fischio dell'arbitro che ufficializza la retrocessione del club a 23 anni dall'ultima volta e gli ultras che sfogano la loro rabbia, lanciando in campo fumogeni, seggiolini e qualsiasi cosa si trovasse vicino a loro. A farne le spese Jordan Larsson, figlio dell'allenatore Henrik, che è stato aggredito da un gruppo di tifosi incappucciati che hanno invaso il campo. Qualche schiaffo, un paio di spinte e poi la richiesta: "Togliti quella maglia, non sei degno di vestirla". Una scena simile a quella vista a Marassi durante Genoa-Siena del 2012. 

L'intervento degli steward ha evitato che la situazione degenerasse, il giocatore è stato portato via mentre cercava di riavvicinarsi ai tifosi per un confronto. 

Ero anche io frustrato come loro, per quello ho scelto il confronto diretto. Non ho visto l'aggressione a Jordan, altrimenti sarei arrivato prima. Io continuo con il mio lavoro, voglio rimanere qui, ma vivo in questa città e da oggi so di dovermi guardare le spalle quando camminerò per strada.

Questo il commento dell'allenatore. La società si prenderà qualche giorno prima di valutare il lavoro di Larsson e decidere se confermarlo o no per la prossima stagione. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.