Classifica di Premier League: il Chelsea fa 6 di fila e vola in testa

In Premier la dodicesima giornata regala una nuova capolista: è il Chelsea di Antonio Conte, che a Middlesbrough vince la sesta in fila. Yaya Tourè tiene vivo il City.

Conte e Diego Costa si abbracciano a fine partita

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Anche la Premier League, come gli altri campionati europei, riprende la propria corsa dopo due settimane di pausa per gli impegni delle nazionali. E per molte squadre, si sa, riprendere dopo la sosta può essere complicato soprattutto a causa di possibili acciacchi dei giocatori andati in giro per il mondo (ne sa qualcosa Wenger, che ha schierato un Alexis Sanchez piuttosto malconcio). Non ha avuto questi problemi Antonio Conte, che a Middlesbrough con il suo Chelsea trova la sesta vittoria consecutiva e il primo posto solitario in classifica. Hanno faticato un po' a riprendere il ritmo Liverpool e Manchester City, nonostante la squadra di Guardiola sia riuscita a conquistare tre punti sul campo di un ottimo Crystal Palace. Ma vediamo più nel dettaglio le gare giocate nell'ultimo weekend. 

La classifica di Premier League

La testa del campionato, come detto, se la sono presa i Blues. Anzi, si può dire che l'abbiano proprio presa con prepotenza. Dopo la famigerata sconfitta di fine settembre sul campo dell'Arsenal, quando la squadra di Antonio Conte crollò subendo tre gol dai Gunners, la svolta è veramente arrivata. Cambio dalla difesa a 4 a quella a 3 e nelle successive (e quindi ultime) sei partite arrivano altrettante vittorie condite da 17 reti all'attivo e 0 (zero!) al passivo. Nell'ultimo turno, giocato sul campo del Middlesbrough, la squadra dell'ex CT soffre più del solito ma grazie al solito Diego Costa archivia la pratica.

Vota anche tu!

Dove può arrivare il Chelsea di Conte?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

A un solo punto dai Blues troviamo la coppia Liverpool-Manchester City. Per i Reds di Klopp, impegnati a Southampton nel pomeriggio di sabato, arriva un pareggio che frena parzialmente la loro ascesa in campionato. Parzialmente, chiaro, poiché il gioco espresso dal Liverpool è parso comunque di alto livello. È mancato il cinismo, ma su questo il tecnico tedesco saprà lavorarci. Vince invece il City di Guardiola grazie ad una doppietta del rientrante Yaya Touré, alla sua prima in campionato quest'anno. Dopo il vantaggio dell'ivoriano nel primo tempo, la rete di Wickham sembrava dover costare un altro pareggio ai Citizens, ma è ancora l'ex Barcellona a siglare una rete che vale tre punti importantissimi. Modo migliore per fare definitivamente pace con Guardiola proprio non c'era.

Match di spicco di questa giornata, comunque, è stato quello che la giornata l'ha aperta. Parliamo di Manchester United-Arsenal, terminata 1-1 con le reti nel secondo tempo di Mata e Giroud. La squadra di Mourinho (che ha poi definito la sua formazione la più "sfigata" della Premier) ha senza dubbio giocato meglio dei propri avversari creando di più, specie nella seconda metà di gara, ma è stata punita da un colpo di testa perfetto del solito Giroud a un minuto dal novantesimo. Sale a 25 l'Arsenal, che rimane così aggrappata alle primissime posizioni, mentre lo United è ora a quota 19 più staccato dai primi.

La gara più spettacolare è stata invece Tottenham-West Ham. Il derby di Londra sembrava preda degli Hammers, avanti 2-1 fino al minuto 88 grazie alle reti di Antonio e Lanzini, intervallate dal gol di Winks. Ma i minuti finali sono fatali alla squadra di Bilic, che si perde e concede a Kane prima il gol del pareggio, infine un calcio di rigore realizzato dallo stesso attaccante inglese. Beffa clamorosa per gli ospiti, goduria immensa per i padroni di casa che rimangono al quinto posto a quota 24.

Per quanto riguarda il centro classifica, da segnalare il pareggio dell'Everton per 1-1 contro un buono Swansea, mentre il Watford di Mazzarri continua il proprio campionato sorprendente battendo 2-1 i campioni in carica del Leicester (ancora fermi a quota 12 punti in classifica) salendo così a 18 punti, uno solo in meno del Manchester United. Il West Brom, nell'ultima sfida della giornata, batte nettamente il Burnley per 4-0 facendo un ulteriore passo avanti in classifica. Parlando di sorprese, ancora vincete il Bournemouth che esce dal campo dello Stoke con tre punti fondamentali. Fanno 15, per la squadra di Howe.

Nelle zone basse, detto delle sconfitte di Leicester, Middlesbrough e West Ham, vince per la seconda volta in stagione (e la seconda consecutiva) il Sunderland di Moyes, che batte un Hull City terzultimo e sempre più in crisi trascinato da Defoe e dalla doppietta di Anichebe. I Black Cats abbandonano così l'ultima posizione a discapito dello Swansea, che come scritto in precedenza ha pareggiato in casa dell'Everton. 

Il prossimo turno della Premier League

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.