Quando Gascoigne illuminò Inghilterra-Scozia

Nel 1996, a Wembley, Gazza realizza uno dei gol più belli della storia del calcio in una partita sentitissima, giocata per la prima volta addirittura nel 1872.

Paul Gascoigne calcia di destro: il suo gol alla Scozia entrerà nella storia

103 condivisioni 0 commenti

di

Share

Mancano poche ore ormai all'inizio di Inghilterra-Scozia, gara del gruppo F delle qualificazioni al prossimo Mondiale. È una partita che non potrà mai essere come tutte le altre. Si tratta del derby più antico del mondo del calcio, che mette di fronte due identità così vicine (in senso geografico), ma allo stesso tempo lontane per rivalità e spirito.

Il primo incontro tra le due nazionali risale addirittura nel 1872, quando ad Hamilton Crescent, nella zona ovest di Glasgow, le squadre si sfidano su un campo solitamente utilizzato per il cricket. Lo 0-0 finale, fu solo l'inizio di una lunga storia piena di emozioni, partite infuocate e gol da antologia. Uno di questi, probabilmente il più bello, è quello realizzato da Paul Gascoigne il 15 giugno 1996, durante la fase finale degli Europei ospitati proprio dalla nazione dei Three Lions.

Prodezza assoluta

È la seconda giornata della fase a gironi, sia Inghilterra che Scozia arrivano al faccia a faccia reduci da un pareggio (rispettivamente con Svizzera e Olanda) e ad arbitrare l'incontro c'è l'italiano Pierluigi Pairetto. Lo scenario è quello suggestivo di Wembley, non poteva essere altrimenti per il derby britannico. Il primo tempo scivola senza troppe emozioni, con entrambe le squadre bloccate psicologicamente dalla posta in palio. Nella ripresa, però, è l'apoteosi per la squadra allenata da Terry Venables, che al 53' sblocca la gara grazie al solito Alan Shearer (poi capocannoniere di quel torneo nonostante l'Inghilterra successivamente venga eliminata in semifinale dalla Germania).

Al 78' la Scozia ha l'occasione di pareggiare i conti contro l'Auld Enemy con un calcio di rigore: dal dischetto si presenta McAllister, ma Seaman dice no e riesce a deviare il suo tiro potente con un gomito. Wembley esulta, ma ancora non sa che il suo boato aumenterà in decibel dopo pochi secondi. Sul capovolgimento di fronte, infatti, Anderton passa il pallone a Gascoigne, che inventa una vera magia facendo un "sombrero" su Hendry con il sinistro e calciando al volo di destro, mettendo a tacere le critiche dei tabloid britannici che lo avevano preso di mira fino a quel momento. "Scusi signor Paul Gascoigne", titola il giorno dopo il Daily Mirror.

La "dentist's chair"

È un capolavoro che vale il 2-0 definitivo e che "Gazza" festeggia con un'esultanza particolare, degna di una gol del genere. In quel momento infatti, il mondo intero viene a conoscenza dell'ormai celebre "dentist’s chair", cioè la posizione praticata nei night inglesi, che consisteva nel bere usando "come supporto" le nudità femminili. Così, vedendo l'istrionico e platinato numero 8 a terra nel pieno dell'esultanza, i suoi compagni Shearer, Redknapp e McManaman non ci pensano due volte e gli spruzzano addosso l'acqua nelle borracce. 

Il gol più bello, o no...

A distanza di anni, Paul Gascoigne è tornato a parlare di quel gol:

Sicuramente è tra i migliori, però devo dire che anche in Italia con la Lazio ne ho fatti almeno un paio niente male.

Se Gazza ha dei dubbi, la stessa cosa non si può dire per quel che riguarda il pensiero del suo ex compagno di squadra (e co-protagonista) di quella celebre sfida alla Scozia, David Seaman, che dall'alto delle sue 75 presenze con l'Inghilterra tra il 1988 e nel 2002, ha assicurato che quello sia stato il gol più a cui abbia assistito in nazionale.

Non ho dubbi, anche se devo dire che avrei preferito che avesse segnato un po' più tardi. Così mi ha rubato il mio momento di gloria visto che aveva appena parato il rigore. 

Eh sì, di fronte a un capolavoro del genere ci si può anche privare di un po' di gloria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.