Eurolega, CSKA Mosca -Real Madrid: sfida tra corazzate

Nelle ultime tre gare del sesto turno, spicca la grande classica tra due top team. Il Fenerbahçe vola a Vitoria, l'Olympiacos in casa del Galatasaray ultimo.

De Colo e Maciulis, pronti a riaffrontarsi stasera

12 condivisioni 0 commenti

di

Share

In un turno di Eurolega caratterizzato da un maggior numero di gare giocate nella giornata di ieri, con il ritorno al successo di Milano a spiccare tra i risultati maturati, saranno i match tra Galatasaray e Olympiacos, CSKA e Real Madrid e Baskonia e Fenerbahçe a concludere la giornata numero 6 della massima competizione europea. Andiamo a presentare le tre partite di stasera, con l'attenzione inevitabilmente posta sulla grande sfida tra la squadra campione d'Europa in carica e quella di Laso, vincitrice del trofeo due anni prima.

Galatasaray Odeabank Istanbul vs Olympiacos Piraeus

Vassilis Spanoulis
Vassilis Spanoulis, pronto a guidare il suo Olympiacos

Ancora alla ricerca del primo successo stagionale in Eurolega, dopo 5 sconfitte consecutive, la squadra di Ataman tenta il colpaccio contro un Olympiacos reduce dal K.O. interno contro il CSKA. Capaci di giocarsela, a sorpresa, contro il Real Madrid, chiudendo avanti sia al termine del primo che del secondo quarto di gioco anche senza Daye e Pleiss, i turchi hanno poi subito la rimonta Real targata Llull: saranno due, semplicemente, le chiavi principali per tentare di portare a casa il successo per i padroni di casa. Da un lato, migliorare sensibilmente dal punto di vista difensivo: il Galatasaray, infatti, figura sinora come la peggior difesa di questa competizione, con ben 97 punti di media subiti a partita; dall'altro, tanta attenzione in più a rimbalzo, dove la fisicità dell'Oly tende a prevalere su tanti, tantissimi avversari in Europa. Sponda biancorossa, poi, c'è sempre un certo Vassilis Spanoulis a spostare gli equilibri: motivo per cui gli sforzi del Gala, pronto a contare anche sul solito, caldissimo clima dell'Abdi Ipekçi, potrebbero risultare vani. Ma a parlare sarà, come sempre, il campo: palla a due alle ore 18.

CSKA Mosca vs Real Madrid

CSKA Mosca
Il CSKA Mosca è ancora imbattuto in questa Eurolega

Antipasto da finalissima (o Final Four, se preferite) se ce n'è uno, tra due gruppi indubbiamente attrezzate per arrivare fino in fondo a questa Eurolega. La squadra di Itoudis, unica ancora imbattuta, ospita un Real che ha visto la propria sola, unica delusione europea arrivare dalla sconfitta interna a sorpresa contro il Baskonia: di fronte, due squadre che hanno bisogno di tutto, fuorchè di presentazioni. Rivalità storica, fenomeni da una parte e dall'altra e supersfida pronta ad andare in scena, dalle 18.25 (con prepartita a partire dalle 18.15 su Fox Sports), tra il duo Teodosic-De Colo e il tandem Llull-Fernandez. Dietro ad un poker di fenomeni due corazzate a darsi battaglia, tra numeri accumulati molto simili e grandi sistemi offensivi a confronto: fattore campo o meno, il CSKA ha saputo battere ogni singolo avversario incontrato sinora, dimostrandosi ancora favorita numero 1 per il titolo. Al Real il compito di tentare, semplicemente, una vera e propria impresa, sperando anche in un Randolph più continuo nel rendimento mostrato sinora.

Baskonia Vitoria Gasteiz vs Fenerbahçe Istanbul

Gigi Datome
Gigi Datome e il suo Fenerbahçe, chiamati al riscatto

A chiudere la giornata, alle ore 21 (diretta Fox Sports, con ampio prepartita dalle 20.25), ecco una sfida da seguire con grande, grandissimo interesse: reduce dalla sconfitta casalinga contro l'Unics Kazan, con un Langford in stato di grazia, il Fener di Obradovic va a far visita al Baskonia, vera e propria mina vagante di questa Eurolega. Le due squadre si ritroveranno dopo aver battagliato per l'ultima volta, all'interno di una splendida gara, nella semifinale della scorsa edizione dell'Eurolega, dove fu il Fenerbahçe (in rimonta e all'overtime) a prevalere sull'allora squadra di Perasovic. Se i turchi hanno cambiato sostanzialmente poco nel loro roster, ecco invece tanto movimento in casa basca, per una squadra sì rivoluzionata ma altrettanto in grado di compattarsi subito al meglio: alla sfida, con ogni probabilità, mancheranno sia Bargnani che Bogdanovic, ma a non essere assente sarà lo spettacolo. Vitoria segna e concede rispettivamente di più, mentre il Fener potrebbe soffrire il grande dinamismo dei lunghi avversari, più efficaci a rimbalzo: fondamentale, per i padroni di casa, sarà non regalare punti banali (come dalla lunetta, con una percentuale pari solo al 68.7%) ad una squadra che, per profondità di roster e talento, può davvero punire qualsiasi avversario in ogni momento. Grandi tiratori da una parte e dall'altra (Blazic e Datome su tutti) e divertimento assicurato, per quella che si preannuncia come una delle gare più divertenti di questo 6° turno di Eurolega.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.