Esclusiva FOXSports.it, Donati: "Mainz perfetta per fare il calciatore"

Giulio Donati in Bundesliga non ha saltato neanche 1', al Mainz è indispensabile. Lui è innamorato della Bundesliga e sogna di tornare a giocare la Champions League.

719 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Apprezzato, in campo e fuori. Giulio Donati è uno di quegli italiani all’estero che tiene alto il tricolore. Uno di quelli che fa fare bella figura. In campo le sue prestazioni sono sempre di ottimo livello (e meriterebbero la nazionale): importantissimo per un professionista. Ma non è apprezzato solo per questo. Disponibile, sereno, allegro, umile e grintoso. A Mainz si sono affezionati a lui in particolare per il suo modo di essere. Uno di quelli che non tira mai indietro la gamba. Quando c’è da soffrire lui c’è, con le sue galoppate, con i suoi muscoli, con il suo cuore, con i suoi polmoni. In meno di un anno è già diventato il beniamino dei tifosi e il punto di riferimento di mister Schmidt: 900 minuti su 900 in questa edizione della Bundesliga.

Diverse persone mi hanno detto che in Germania gli italiani faticano. Adattarsi forse non è semplicissimo anche perché la lingua non è delle più facili da imparare. Io però sto davvero bene. Mi sento a mio agio. E sono contento di aver smentito lo stereotipo dell’italiano che fatica in Germania.

L’esperienza quindi la consiglierebbe?

Assolutamente sì. Il campionato è l’ideale: si dà spazio ai giovani e si vive il calcio con più spensieratezza. Il ritmo di gioco è alto, così come il livello. Sicuramente si migliora come calciatori e si matura come uomini.

A Mainz come si sta?

Credo sia la città perfetta per fare i calciatori. Non offre molte distrazioni, ci si concentra molto sul calcio. In Germania si sta bene: con le autostrade in poco tempo si arriva ovunque. Un piccolo esempio della rapidità negli spostamenti: quando giocavo al Leverkusen vivevo a Colonia.

La Bundesliga la diverte?

Il campionato è bello perché non c'è nulla di scontato. Il Bayern fa un campionato a parte, ma le altre posizioni sono tutte aperte. Guardate l’Hoffenheim, il Lipsia, e anche il Mainz, che l’anno scorso si è qualificato per la prima volta direttamente ai gironi di Europa League. Ogni anno ci sono diverse sorprese.

Obiettivi stagionali?

Viviamo alla giornata. Ci piacerebbe qualificarci ancora per l’Europa League, ma non sarà facile perché il campionato è migliorato molto di livello. Peccato per la partita contro l’Anderlecht, siamo entrati male in campo. Tolta quella partita anche in Europa abbiamo fatto una buona figura.

Col tedesco come va?

Comincio a fare le interviste in tedesco e non più in inglese. Mi ci sto mettendo sotto. Il mio amico Luca (Caldirola, ndr) in questo mi sta avanti (ride, ndr).

Con gli italiani che sono in Germania vi tenete in contatto?

Gianluca (Curci, ndr) è in squadra con me. Con Luca ci sentiamo spesso ma vederci è difficile perché abitiamo molto lontano. Quando in Germania c’era anche Immobile avevamo un gruppo su WhatsApp per tenerci aggiornati però.

Con chi passa il suo tempo libero?

Con la mia fidanzata viviamo in maniera abbastanza riservata. Non ci piace stare al centro dell'attenzione. Ultimamente stiamo uscendo con gli spagnoli del gruppo, ma ci piace anche stare da soli.

C’è qualche giocatore del Mainz che l’ha particolarmente sorpresa?

Che Malli sia bravo si sapeva, ma è davvero fortissimo. A me piace molto De Blasis, altro grande colpo della società.

Ambizioni personali?

Mi piacerebbe tornare a giocare in Champions League, anche perché credo di aver fatto bene quando l'ho giocata. A Mainz si vive serenamente, sto bene e mi piace il progetto, qui mi sento importante, di certo non premo per andare via. Però quella musichetta la vorrei risentire…

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.