Psg, Ibrahimovic è già dimenticato: Cavani il nuovo re di Parigi

Il Matador viaggia alla media strepitosa di un gol a partita, contro il Rennes ha segnato un eurogol e ha propiziato la prima rete. Lentamente sbiadisce il ricordo di Ibrahimovic.

666 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ibrahimovic chi? Il PSG ha un nuovo re e porta il nome di Edinson Cavani. Il Matador, arrivato in Ligue 1 nell'estate del 2013, è sempre stato all'ombra del fuoriclasse svedese e non è mai riuscito a imporsi. Ma ora che Ibrahimovic è andato via, il bomber uruguaiano è diventato leader indiscusso. E anche i numeri lo dimostrano: sono 15 i gol in altrettante presenze tra campionato e Champions League, la media è di un gol a partita.

Grazie a lui, il PSG si è portato a -3 dal Nizza di Balotelli, al momento in testa alla classifica. Un grande inizio di stagione che può essere compromesso dall'infortunio alla coscia destra rimediato proprio nell'ultima partita contro il Rennes, match nel quale ha segnato il suo undicesimo gol - una prodezza assoluta - in campionato e ha propiziato l'1-0, prima di abbandonare il campo al 45'. Le sue condizioni verranno valutate nelle prossime ore, ma quasi sicuramente salterà le gare dell'Uruguay contro Ecuador e Cile valide per le qualificazioni sudamericane ai Mondiali del 2018.

E pensare che ad inizio stagione stampa e tifosi ce l'avevano con il Matador, reputato non all'altezza di un campione come Ibrahimovic, anche e soprattutto dopo la prova opaca all'esordio contro il Metz. Tant'è che in una nota trasmissione era apparsa questa parodia su di lui. 

Come ha risposto il Matador? Semplice, facendo la cosa che gli riesce meglio: segnare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.