Gli infortuni più gravi della storia del calcio

Viaggio tra gli infortuni più brutti nella storia del calcio: da Antognoni a Ronaldo, passando per Maradona, Lienen e Battiston.

2k condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La lista degli infortuni nel calcio è davvero lunga. Ma ce ne sono alcuni che più di altri hanno impressionato e lasciato il segno nella carriera dei giocatori. Non è difficile capire il motivo.

Gli infortuni più gravi nella storia del calcio

Luke Shaw - Psv vs Manchester United, 15 settembre 2015

Infortunio durante Psv-Man.UtdJohn Peters
Shaw ha ammesso di aver avuto paura di non poter più giocare.

Nella partita di Champions League contro la squadra olandese, il difensore inglese classe '95 subisce un intervento dall'avversario Hector Moreno così duro da procuragli la frattura della tibia e del perone della gamba destra. L'infortunio lo ha tenuto lontano dai campi per 10 mesi: il giocatore ha temuto di non poter giocare mai più. 

Christian Chivu - Inter Vs Chievo Verona, 6 gennaio 2010

burtto infortunio per Chivuregistrzione.tuttosport.com
Incidente pericoloso per Christian Chivu

Terribile incidente per Christian Chivu alla prima di campionato del 2010 dopo la pausa natalizia: il difensore dell'Inter ha un brutto scontro aereo con Pellissier, da cui ne esce decisamente malconcio. Frattura del cranio e operazione d'urgenza. Il romeno riporta una vistosa cicatrice e per il resto della carriera si proteggerà con un caschetto.

Valencia - Manchester Utd vs Glasgow Rangers, 14 settembre 2010

Nella partita di Champions contro i Rangers, Valencia prova a involarsi sulla fascia ma viene fermato da un durissimo tackle di un difensore scozzese: per l'ecuadoregno, caviglia sinistra fratturata e stagione finita. 

Eduardo - Birmingham vs Arsenal, 23 settembre 2008

L'attaccante brasiliano naturalizzato croato subisce un fallo gravissimo al 2' di gioco: il difensore avversario Martin Taylor sbaglia totalmente il tempo del tackle e colpisce in pieno la gamba di Eduardo, mandando in frantumi tibia e perone. Uno stop di 9 mesi, ulteriormente complicato dalla dislocazione della caviglia.

Kieron Dyer - Bristol Rovers vs West Ham, 18 agosto 2007

L'infortunio del giocatore del West Ham
Dyer: un giocatore davvero sfortunato

Erano passate appena tre settimane dal suo trasferimento dal Newcastle al West Ham, quando il centrocampista si rompe la gamba destra in due punti per un tackle a dir poco violento del terzino del Bristol Rovers Joe Jacobson. Un atleta davvero sfortunato: basti pensare che nel 2011, al suo esordio con il QPR, gli bastarono 4 minuti per rompersi il metacarpo.

Alan Smith - Liverpool vs. Manchester United, 18 febbraio 2006

L'infortunio di Alan Smith
Uno dei peggiori infortuni mai visti: parola di Sir Alex Ferguson

Durante il match di FA Cup contro il Liverpool, il centrocampista cerca di intervenire per bloccare una punizione di John Arne Riise, ma il risultato è catastrofico: frattura della gamba sinistra e slogatura della caviglia. Stop di sei mesi. Sir Alex Ferguson, in panchina ai tempi, commentò così l'incidente: "Uno dei peggiori infortuni che abbia mai visto."

Francesco Totti - Roma vs Empoli, 19 febbraio 2006

Nella partita casalinga contro l'Empoli, la caviglia del capitano della Roma compie una torsione innaturale a causa dell'intervento di Richard Vanigli: frattura del perone con interessamento dei legamenti della caviglia sinistra. Stagione finita, Mondiale tedesco a rischio, addirittura si parla di carriera finita. Invece Totti recupera in tempo record e partecipa alla storica spedizione in Germania.

Peter Cech - Reading vs Chelsea, 14 ottobre 2006

Un infortunio che ha fatto storia, purtroppo per la sua pericolosità. Nella partita contro il Reading, il portierone ceco si scontra con il centrocampista Stephen Hunt: ginocchia contro testa, e Cech finisce a terra, incapace di camminare, se non addirittura di gattonare. Trasportato fuori dal campo, sviene negli spogliatoi. La paura è di una emorragia interna, ma per fortuna si tratta esclusivamente di una frattura al cranio. Dopo solo tre mesi, Cech è di nuovo in campo, ma con un berretto da rugby per protezione, da cui non si è più separato. 

Domenico Giampà - Messina vs Lecce, 24 ottobre 2004

L'infortunio di Giampà
Un vero e proprio squarcio sulla coscia di Giampà

Un caso di infortunio davvero particolare: mentre Giampà rincorre la palla, viene spinto da un avversario finendo contro i cartelloni pubblicitari. Nell'impatto si ferisce alla coscia sinistra con un taglio di 20 centimetri e ricucito con 147 punti: ferita lacero-contusa del terzo medio e del terzo inferiore della coscia sinistra con interessamento della cute, della fascia muscolare e del muscolo vasto-laterale.

Djibril Cisse - Blackburn vs Liverpool, 30 ottobre 2004

Terribile infortunio per l'attaccante francese, ai quei tempi in forza al Liverpool: frattura di tibia e perone della gamba sinistra, che rimane letteralmente a "penzoloni". Si parlò addirittura di amputazione dell'arto, e lo stesso giocatore ringraziò pubblicamente lo staff medico presente allo stadio quella partita, perchè senza il loro pronto intervento avrebbe probabilmente perso la gamba. Ma non è tutto: nel 2006, durante una partita della nazionale francese contro la Cina, l'attaccante si rompe di nuovo tibia e perone, questa volta della gamba destra.

 Alf-Inge Haland - Man. Utd vs Man City, 21 aprile 2001

Aveva promesso vendetta e l'ha ottenuta: nel derby del 2001, l'ex capitano del Manchester United Roy Keane colpisce volontariamente al ginocchio l'avversario Halaand, ponendo così fine alla sua carriera, per ripagarlo dell'intervento con cui 3 anni gli aveva causato un infortunio ai legamenti. Per il giocatore dello United inizialmente una squalifica di 3 turni e una multa di 5mila sterline, ma quandonella sua autobiografia ammise la premeditazione, i turni salirono a 5 e la multa a 150 mila sterline.

Ronaldo - Lazio vs Inter, 12 aprile 2000

Un'immagine indelebile: finale di Coppa Italia 2000, Ronaldo fa il suo rientro in campo dopo 6 mesi di stop. Tutto lo stadio lo applaude, è una standing ovation commovente. Ma la gioia dura solo pochi minuti: al primo tentativo di doppio passo, il ginocchio destro del brasiliano cede di nuovo. Altri 6 mesi di stop. Le sue lacrime mettono ancora i brividi.

Luc Nilis - Aston Villa vs Ipswich, 9 settembre 2000

Lo scontro tra l'attaccante belga e il portiere
Questo scontro è costato Nilis la fine della carriera

Durissimo scontro di gioco tra l'attaccante belga in forza al West Ham e il portiere dell'Ipswich Richar Wright: doppia frattura della gamba destra, a pochi minuti dal suo ingresso in campo. Un incidente dalle conseguenze gravi: dopo 4 mesi, Luc Nilis annuncia il suo ritiro per i postumi dovuti all'infortunio.

Henrik Larrson - Celtic vs Lione, 21 ottobre 1999

Nella partita di Coppa Uefa tra Celtic e Lione del 1999, due giocatori combattono per il possesso del pallone in un contrasto aereo: sono Henrik Larrson e Serge Blanc. Lo svedese ha la peggio: ricadendo, Blanc colpisce la sua gamba provocando la frattura scomposta di tibia e perone. 10 mesi di stop per l'attaccante e dubbi sul suo rientro. Ovviamente tutti dissipati a suon di goal.

David Busst - Manchester Utd vs Coventry City, 8 aprile 1996

Uno degli scontri in area più duri di sempre: il difensore del Coventry David Busst, impatta con Denis Irwin, procurandosi una frattura scomposta di tibia e perone. Per capire la gravità dell'infortunio, basta guardare la faccia di Schmeichel. Il giocatore subì ben 26 operazioni, rischiando addirittura l'amputazione dell'arto, per cui, in accordo con i medici, decise di dire addio al calcio giocato. Alcuni giocatori del Manchester, chiesero l'intervento di uno psicologo per superare lo schock.

Patrick Battiston - Francia vs Germania, 8 luglio 1982

Battiston in barella
Battistn in barella dopo essere stato travolto dal portiere tedesco

Nella semifinale dei Mondiali in Spagna, il difensore francese Battiston è lanciato verso la porta tedesca quando viene letteralmente travolto dal portiere Schumacher in una folle uscita. Il difensore viene trasportato d'urgenza in ospedale e il referto medico è davvero spaventoso: due giorni di coma, danneggiamento delle vertebre, frattura della mascella e 4 denti frontali rotti. Per fortuna dopo 5 mesi Battiston torna in campo con il suo Bordeaux. Un dettaglio da non trascurare: il portiere tedesco Schumacher non è stato nemmeno ammonito.

Maradona - Barcellona vs Athletico Bilbao, 23 settembre 1983

L'infortunio di Maradonadacygu.wordpress.com
Incredibile credere che Maradona per questo infortunio ha perso il 30% della mobilità

Anche il giocatore più forte di tutti i tempi ha subito un infortunio spaventoso: durissimo intervento dell'avversario Andoni Goikoetxea che gli provoca la frattura della caviglia sinistra. Sconcertante pensare che quel fallo costò al campione argentino la perdita del 30% della mobilità di quel piede sinistro che ha incantato il mondo.

Giancarlo Antognoni - Fiorentina vs Genoa, 22 novembre 1981

Uno scontro molto simile a quello del francese Battiston: Antognoni insegue la palla in area e il portiere Martina esce per intercettare la palla, ma con troppa veemenza. Il suo ginocchio colpisce in pieno viso l'attaccante della Fiorentina. A causa di questo intervento Antognoni ha avuto anche un arresto cardiaco, ma tre mesi dopo era di nuovo in campo, e in quell'anno parteciperà alla festa azzurra per la vittoria del Mondiale.

Ewald Lienen - Arminia Bielefeld vs Werder Brema, 14 agosto 1981

Durante l'incontro, Lienen viene ferito con i tacchetti da un avversario: una vera e propria lacerazione, profonda ben 25 centimetri che richiese altrettanti punti di sutura. Per lo schock della ferita, il giocatore tedesco iniziò a correre avanti e indietro per il campo accusando l'allenatore del Werder Brema di aver incitato i suoi giocatori a intervenire duramente.

 Gigi Riva - Austria vs Italia, 31 ottobre 1970

Il centravanti italiano ruba palla fuori area a un difensore avversario e si invola verso la porta, ma il terzino Hef lo ferma con una scivolata a forbice da dietro: rottura del perone destro e distacco dei legamenti. E non era neanche il primo grave infortunio per Riva: 4 anni prima, nella partita contro il Portogallo, il portiere in uscita gli spezzò in due il perone sinistro.

Aleix Vidal - Alaves vs Barcellona, 11 febbraio 2017

L'esterno del Barcellona finisce ko quando i blaugrana sono avanti 6-0. Theo Hernandez entra sin troppo deciso sulla caviglia dello spagnolo che si piega in maniera innaturale. 

Tano Bonnin - Osasuna vs Real Madrid, 11 febbraio 2017

Nella stessa giornata di Liga in cui si ferma Aleix Vidal, finisce in infermeria anche il difensore dell'Osasuna Tano Bonnin. Per lui frattura di tibia e perone dopo uno scontro di gioco con Isco. 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.