Volley serie A1 maschile: Padova fa tremare la Lube, Modena la raggiunge

Cebulj insieme a Juantorena protagonisti della rimonta della Lube contro una pimpante Padova. Giannelli e Nelli trascinano Trento nel big match contro Perugia.

Modena agguanta il primato grazie al successo pieno casalingo

26 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella sesta giornata del campionato serie A1 maschile Modena raggiunge in testa la Lube che contro Padova rimonta da 1-2. Nel big match Trento supera Perugia.

Modena – Vibo 3-0 (25-22, 25-21, 25-18)

Le Roux a riposo, Piano suo sostituto è l'mvp: Vibo nulla può contro la forza di Modena. I calabri reggono nel primo set e rientrano sul 22-21 e 23-22 dopo un allungo di Modena. La battuta di Barone e l’ingresso a muro di Junior Costa tengono in bilico il punteggio. Poi però Modena è cinica. La squadra di Piazza nel secondo set affida molti attacchi ai suoi centrali e il match è in discesa.

Juantorena, ancora una volta decisivo per la vittoria della Lube
Juantorena, una sicurezza per coach Blengini

Lube-Padova 3-2 (22-25, 25-20, 15-25, 25-14, 15-8)

Nella sesta giornata la giovane Padova fa tremare la Lube. L'ingresso di Cebulj, al posto di Kaliberda, risulta decisivo con i locali che fanno dimenticare le sofferenze patite nei primi set. Sotto 1-2 sono i servizi di Juantorena a dare tranquillità agli uomini di Blengini, 12-3. Nel tie break è subito furia Civitanova. Sokolov e ancora l'italo-cubano spianano la strada, 5-1. Dal quarto set Padova ha le polveri bagnate in attacco.

Monza - Latina 3-0 (25-20, 25-21, 25-22)

Latina non approfitta delle assenze di Monza, privo del suo palleggiatore titolare e dei due opposti. Dzavoronok in posto 2, ruolo per lui inedito, però gioca una buona partita: 51% su 39 attacchi. Al servizio Monza mette a segno 6 ace, 1 solo per Latina. Rizzo in difesa e in ricezione è preciso e il team di Falasca si affida all'opposto ceco per risolvere i finali.

Giannelli, palleggiatore di Trento
Giannelli, la gioventù già affermata di Trento

Trento-Perugia 3-1 (18-25, 25-21, 25-19, 25-21)

Trento vince il big match. Un incontro che Perugia ha dominato per un set e mezzo. In vantaggio per 4-8 e 6-11 però la macchina di Kovac si è inceppata. Merito della gioventù di Trento, Giannelli e Nelli sugli scudi. Berger si spegne e viene sostituito, la battuta di Trento è micidiale. Lanza nel terzo parziale aumenta la crisi di Perugia. Sir che nel quarto inizia alla grande, 0-4. Ma è ancora il servizio della squadra di Lorenzetti a ricucire lo strappo, protagonista Urnaut, e nel finale, stavolta è Lanza il primo attore, a far passare i titoli di coda.

Verona-Sora 3-1 (25-19, 25-16, 23-25, 28-26 )

Verona per 2 set e mezzo domina ma subisce il ritorno di Sora. La fiammella per la squadra di Bagnoli è De Marchi, entrato nel terzo set. La difesa degli ospiti migliora, Misckevich inizia a mettere per terra molti palloni in contrattacco. Sora fiuta addirittura il tie break in vantaggio per 22-24. Djuric annulla il primo set point e Lecat il secondo murando Miskevich, si va ai vantaggi. Chiude Mengozzi che mura Gotsev.

Molfetta-Ravenna 1-3 (21-25, 20-25, 25-22, 18-25)

Molfetta patisce la quinta sconfitta in 6 gare. 13 a 8 il conto dei muri per la squadra di Soli in un match caratterizzato dalla sfida fra i bomber Sabbi e l'ex Molfetta, Torres. 

Dennis, protagonista con maglia di Milano
Dennis, trascinatore di Milano

Piacenza-Milano 3-2 (40-38, 26-28, 29-31, 25-22, 15-13) 

Doveva essere un match scontato invece Milano fa sudare Piacenza. Tre assenze pesanti nel sestetto milanese, Sbertoli, Skrimov e Starovic e una Lpr reduce da due successi consecutivi erano indizi di un match con un padrone già scelto. Invece un monumentale Dennis ha trascinato Milano a un passo dall'impresa. La prima frazione dura 48 minuti e si chiude con un errore di Dennis (per lui però 12 punti nel set). Hoagh decide il finale del secondo, Tondo, al servizio, il terzo. Piacenza però non molla e nel tie break ha la meglio. Dal 13 pari sono un muro di Hierrezuelo e un lungolinea di Hernandez a chiudere la contesa. 

Classifica: Modena, Lube punti 17, Verona 15, Trento 14, Perugia 13, Monza 10, Padova 8, Ravenna 7, Piacenza 6, Milano 5, Molfetta 4, Sora, Vibo 3, Latina 1. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.