Formula 1, GP Messico: tolto il podio a Vettel. Arrivabene: "Assurdo!"

I giudici penalizzano di dieci secondi il tedesco per una manovra scorretta su Ricciardo, che alla fine è 3°. Furia in casa Ferrari: "Non meritiamo una punizione simile".

Immagine di Vettel sul podio negato

455 condivisioni 0 commenti

di

Share

L’aveva rincorso quel podio Sebastian Vettel, letteralmente. La prima decisione dei giudici, quella di penalizzare Max Verstappen per non avergli dato la posizione dopo un taglio di curva, l’aveva fatto salire al terzo posto nel Gran Premio del Messico. E invece nella notte qualcosa è cambiato: anche il tedesco della Ferrari finisce sotto investigazione per una manovra scorretta, fatta mentre cercava di difendersi da Ricciardo nella lotta finale. “Cambiata la direzione di franata”, una cosa che non è più possibile fare da una settimana.

Rabbia rossa

Insomma, Vettel con dieci secondi di penalità finisce 5°, Ricciardo va a podio, quel bulletto di Verstappen 4°. Tutto ciò si sarebbe potuto evitare se l’olandese della Red Bull, appena tagliata la curva, avesse dato la terza posizione al ferrarista. Invece ha tirato dritto fino al traguardo e poi è stato penalizzato. Seb via radio manda a quel paese Charlie Whiting, il direttore di corsa. Che sia una ritorsione verso la Ferrari? Impossibile saperlo.
Maurizio Arrivabene, il numero uno del club di Maranello, è furioso:
Quello che ci siamo conquistati in pista ci è stato tolto dalla burocrazia. La manovra di Verstappen è stata riconosciuta fuori dalle regole, l’olandese non dando la posizione ha avuto un vantaggio illegale. Bisogna precisare che la nostra macchina non si sarebbe trovata nelle condizioni di lottare con Ricciardo se l’altra Red Bull avesse dato la posizione al nostro pilota e si fosse fatta da parte. A Max cinque secondi di penalità, a noi dieci, una cosa fuori dal mondo. Vettel e la Ferrari non si meritavano una punizione simile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.