Premier League, l'ironia di Klopp: "Scusate per la prestazione noiosa"

Il manager del Liverpool commenta la vittoria per 4-2 sul Crystal Palace, massima espressione della sua idea di "calcio Heavy Metal" raccontata ai tempi di Dortmund.

859 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nessun allarme, non siamo di fronte a un cambio epocale per Jurgen Klopp, a una trasformazione del suo credo calcistico. La sua "autodenuncia" per aver commesso il "reato" di "boring performance" (prestazione noiosa) è avvolto, come suo solito, da un neanche troppo velato risvolto ironico.

Una partita folle

Già, perché in realtà il 4-2 del suo Liverpool contro il Crystal Palace a Selhurts Park è stata una vittoria folle, con capovolgimenti di fronte, gol, errori e chi più ne ha più ne metta. Allo 0-1 di Emre Can ha risposto James McArthur, che poi ha fatto il bis dopo il nuovo vantaggio Reds segnato da Lovren. Quattro reti in poco più di mezz'ora, con a seguire il 2-3 trovato da Joel Matip a un minuto dall'intevallo, prima del sigillo finale di Roberto Firmino nella ripresa.

In questa partita poteva succedere di tutto, ma nessuno potrà certamente dire che il Liverpool non ha meritato la vittoria. Abbiamo creato un numero incredibile di occasioni da gol e abbiamo realizzato davvero delle belle reti. Sicuramente ne avremmo potute segnare di più. Scusate per questa prestazione noiosa.

Calcio Heavy Metal

Se la ride Jurgen Klopp, perché questa altalena di emozioni è perfettamente allineata (a dir la verità anche qualcosa di più) alla sua celebre idea di "calcio Heavy Metal" spiegata ai tempi del Borussia Dortmund:

C'è chi dirige la squadra come un'orchestra. Fa possesso palla, passaggi giusti, ma per me è come una canzone silenziosa. A me piace vedere il pallone di qua, di là, le parate dei portieri, pali, traverse, noi che voliamo dall'altra parte. Mi piace il calcio delle battaglie. La pioggia, il fango, mi piace uscire dal campo con la faccia sporca, con le gambe così pesanti da credere che non riuscirai a giocare per settimane. Io esulto anche per una palla recuperata.

Emozioni da Liverpool

Rispetto a questo suo modo di vedere il calcio, c'è piuttosto da registrare qualche amnesia di troppo in fase difensiva, vero punto debole dei Reds secondo i media inglesi. Pure in questo caso, Klopp non fa drammi:

Possiamo difendere molto meglio, è normale. Ma non vado nello spogliatoio a dire "tu sei un difensore scarso", dal portiere per chiedergli "dove eri?", o cose di questo genere. Sono cose che capitano, lavoriamo per evitare errori e resto convinto delle qualità di questa squadra. È stato un buon test: non mi è piaciuta la situazione che si è creata a inizio partita, ma sono soddisfatto della reazione. Quando gioca il Liverpool, non ci sono partite noiose.

Esattamente ciò che cerca il tecnico tedesco.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.