Formula 1, GP Messico: Hamilton stravince, Rosberg 2°. Vettel a podio!

Lewis continua a tenere aperto il Mondiale, a due gare dal termine è a -19 dal tedesco. Grande rimonta del ferrarista, poi Verstappen penalizzato gli regala il podio.

Immagine di Hamilton vincitore in Messico

65 condivisioni 0 commenti

di

Share

Lewis Hamilton vince ancora (51esimo successo in carriera) e tiene aperti i giochi. A due gare dal termine insegue Nico Rosberg a -19. Spettacolare prova di Vettel. Al penultimo giro il ferrarista attacca Verstappen che taglia la curva e non dà la posizione: penalizzato di cinque secondi dopo il traguardo, Seb diventa terzo.

Gomme al potere

Al semaforo verde subito colpi di scena. Hamilton parte forte, ma impaurito da Rosberg alla prima curva va al bloccaggio della ruota e taglia pure la chicane rimanendo comunque primo. Dietro Verstappen ci prova su Nico, sportellata alla Mercedes, il tedesco tiene duro e rimane secondo. Virtual safety car perché Wehrlein sbatte, Ricciardo va subito dentro e mette gomma media nuova per provare ad arrivare fino in fondo. Almeno secondo i dati tecnici Pirelli. Hulkenberg è 4°, poi Raikkonen, Massa e Vettel.

Sotto controllo

Hamilton vola, Rosberg può solo guardarlo scappare lì davanti. Poi l’inglese rientra ai box, di nuovo in pista è dietro a Nico, Raikkonen e Vettel tutti senza pit stop. Seb rimane fuori con la soft, gli altri no. La scelta è giusta, al 24esimo giro il ferrarista è primo e continua a guadagnare.
Fuori i meccanici Ferrari, tocca a lui. Lewis torna primo, l’altra Mercedes è dietro impaurita da Verstappen. I messicani intanto si infuocano sugli spalti: c’è un duello importante tra Massa e Perez con un botta e risposta che va avanti per molti giri. Al 50esimo giro fiammata Red: Verstappen si butta dentro su Rosberg, bloccaggio delle ruote, poi va lungo. E Ricciardo, che ha cambiato gomma pensando di arrivare fino in fondo, rientra e mette soft. Vettel si ritrova quarto e vuole il podio.

Battaglia per il podio

L'australiano va velocissimo e cerca di riprendersi la posizione sulla Ferrari. Davanti non cambia nulla, Hamilton gira e controlla. Rosberg fa due conti veloci e gli va bene così. Lo spettacolo per gli ultimi giri arriva da dietro. Vettel rincorre il terzo posto di Verstappen, l'olandese va lungo e deve cedere la posizione sulla Ferrari perché taglia la curva e va nel prato. Non lo fa, Seb è incavolato e incalzato da Ricciardo. Fa il diavolo a quattro per difendersi da quella Red Bull. Finisce così in attesa della decisione dei giudici. Che evidentemente fanno l'aperitivo invece di prendere una decisione prima del podio. Poi finalmente arriva: 5 secondi di penalità per il giovane Max, ecco che Vettel si prende il terzo posto dopo una grande gara. E così sia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.